in ,

Testa a testa Mercedes-Red Bull per il mondiale di F1: come finirà?

Sedici gare alla fine di un mondiale di Formula 1 segnato ancora pesantemente dai postumi della pandemia

Tempo di lettura: 2 minuti

La stagione è ancora lunga, ma i motori della Formula 1 sono più caldi che mai. Sedici gare alla fine di un mondiale segnato ancora pesantemente dai postumi della pandemia ed in attesa della normalità si attende di sapere chi sarà a trionfare quest’anno nella competizione per motori più importante di tutte. I migliori siti di scommesse sportive online hanno già i loro favoriti, seppur con tante gare ancora mancanti non sia detta ancora l’ultima parola. Come finirà, secondo i pronostici?

F1 Mercedes-Red Bull

Mondiale di Formula 1, sempre più Mercedes vs Red Bull

La Mercedes negli ultimi anni ha macinato punti e trionfi, grazie a Lewis Hamilton ed una macchina che, francamente, ha gareggiato per buona parte da sola: apparentemente imbattibile, la vettura Mercedes ha annichilito la concorrenza e reso Hamilton una leggenda. Bellezza dell’auto, bravura del pilota, tutto è andato per il verso giusto.  Quest’anno la musica pare cambiata: Max Verstappen finalmente ha capito che bisogna essere più genio che sregolatezza ed ha inanellato una serie di vittorie che l’hanno lanciato a 105 punti, a 4 lunghezze da Hamilton.

È, ad oggi, la Red Bull la grande favorita per il trionfo finale, anche secondo i bookmaker. La vittoria della casa automobilistica al mondiale è quotata a 2.05, ma destinata a scendere se Verstappen continuerà sulla falsariga tracciata. Resta comunque in avanti la Mercedes, quotata a 1.66, nonostante qualche difficoltà di troppo che Hamilton e scuderia forse non avevano considerato.

La sensazione è che la sfida sarà tra queste due case e tra questi due piloti, protagonisti assoluti di duelli memorabili nelle stagioni passate, quasi sempre finiti a favore del pilota inglese.

Tutte le altre inseguono. Ferrari, crisi infinta?

Difficile fare pronostici, dicevamo, ma il tete a tete pare ormai definito. Tutte le altre inseguono, con un mondiale sì ancora aperto ma che a meno di clamorosi testacoda non avrà chissà quali scosse. La Ferrari continua la sua crisi di risultati che ormai va avanti dal 2007: più di dieci anni di tante promesse mai mantenute. Leclerc e Sainz, rispettivamente a 52 e 42 punti, sono giovani e forti ma la macchina appare troppo non all’altezza rispetto alla concorrenza. La vittoria del Cavallino è quotata a 51.

Inseguono tutte le altre: la quota McLaren, altra nobile decaduta, è a 98, AlphaTauri a 495, l’Aston Martin di Vettel a 1956,00, la Williams addirittura a 4.000. Il mondiale ha già i suoi volti per quest’anno, probabilmente, ma il messaggio è chiaro: occorrerà alzare l’asticella in futuro se si vorrà davvero competere coi migliori.

Scritto da admin

Fiat 500X Cabrio

Fiat 500X Cabrio: in arrivo una scoperta compatta

MotoGP Sachsenring - Marc Marquez

MotoGP Sachsenring: Marc Marquez torna a vincere