in

Citroen Ami – A cosa imputare i ritardi nelle consegne?

Tempo di lettura: 2 minuti

Citroen Ami è una elettrica urbana biposto che con il suo particolare design ma soprattutto con il suo basso prezzo e la possibilità di guidarla senza patente ha tutti gli ingredienti  per sfondare sul mercato.

Il design è tipicamente quello del marchio francese, con il parabrezza quasi verticale, l’apertura asimmetrica delle portiere e poi l’abitacolo con i suoi colori: Citroen Ami si rivela perfetta per la città!

Citroen AMI

Citroen Ami può ospitare…

Lunga 2,41 mt e con un raggio di sterzata di 7,2 mt , può ospitare due persone.

ll motore elettrico da 6 kW abbinato  a batterie da 5,5 kWh  posizionate sotto il pavimento , consente una autonomia di 70 km con una velocità massima di 45 km/h.

La ricarica dalla presa domestica richiede circa tre ore.

La macchina ha debuttato sul mercato nello scorso mese di agosto e coloro che hanno ordinato l’auto in quei giorni, ad oggi non hanno ancora ricevuto la vettura,ma solo la notizia che le consegne slittavano di 10 settimane.

Viene costruita in Marocco la nuova Citroen Ami

E’ vero che la pandemia che ha colpito la città di Kenitra, in Marocco, dove viene costruita l’auto, è stata particolarmente elevata, ma l’efficienza degli impianti non ha trovato lo stesso riscontro nella capacità produttiva dei fornitori.

Ma non è questo il solo problema perché  sembra che l’auto abbia difetti materiali.

I pochi clienti che hanno ritirato la vettura  hanno segnalato inconvenienti come  la rottura delle serrature, oppure le portiere che non si chiudono ed ancora le guarnizioni inefficaci oppure il freno a mano difettoso.

Alcuni clienti addirittura hanno segnalato di aver avuto problemi  con il caricabatterie dopo soli pochi chilometri.

Continueremo a seguire la vicenda, raccogliendo segnalazioni ed eventualmente indicando le fonti attendibili.

Se avete info o quesiti come sempre vi inviamo a scriverci: redazione@reportmotori.it 

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Land Rover Discovery 2021

Land Rover Discovery 2021 – Un restyling ibrido

Ducati XDiavel Black Star

XDiavel 2021 – Una Ducati Dark o Black Star ?