Menu

BMW M4 2021: look grintoso per la coupé sovralimentata!

BMW M4 2021 eccola in tutta la sua cattiveria!

Vi sveliamo in anteprima assoluta, la nuovissima BMW M4 2021 un concentrato di sportività, grinta, tecnologia, ma anche di potenza, perché dalla Germania asseriscono che mai nessuna come lei.

BMW M4 2021

La nuova M4 Coupé per l’occasione, sfodera una colorazione vernice gialla, ed una linea, invidiabile, sotto ogni punto di vista.

BMW M4 2021 trasmette potenza e non solo…

Da qualsiasi angolazione la si osservi, è impossibile, non restare stregati da un insieme di elementi che realmente fanno pensare che si tratti di un’auto racing presa in prestito per l’utilizzo stradale.

Il frontale è dominato da un maxi rene che qui assume dimensioni ciclopiche, il suo volto è innegabilmente da BMW M Performance e non solo…

Altra novità sono le due grosse prese d’aria poste sul cofano, un’esigenza tecnica più che un vezzo estetico, perché il cuore di questa sportivissima, presenta una sovralimentazione non indifferente.

Dunque prese d’aria sul cofano motore, sfoghi aria in prossimità dei passaruota anteriori, minigonne, tetto in fibra di carbonio ed al retro, un piccolo quanto sagomato flap posto sopra il cofano bagagli.

In Germania, i tecnici di Monaco di Baviera hanno utilizzato tanti e diversi accorgimenti per dare alla Coupé aderenza, grip, carico aerodinamico, pur mantenendo una linea pulita e priva di vistosi profili alari.

BMW M4 2021 ha uno sguardo laser!

Bellissimi i gruppi ottici anteriori, sottili, rastremati , si sposano alla perfezione con le linee possenti della vettura.

Il cuore di questa M4 è un sei cilindri da tre litri, dotato di doppio turbocompressore, un motore di derivazione X3 M ed X4 M.

Un’unità duque sovralimentata, capace di sprigionare una potenza massima, in configurazione standard o meglio base, di 480 cavalli, potenza che nella variante Compatition, supera quota 500 arrivando a 503 cavalli per ben 442 Nm di coppia massima.

Per quanto concerne la trasmissione, ci sarà un cambio automatico doppia frizione a 8 rapporti, la trazione sarà integrale.

Disponibile, come “optional” anche il cambio manuale a sei rapporti e la trazione posteriore.

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, Audi RS4 e Mercedes-AMG C63, siete pronte per la sfida?

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter