in

BMW i4 la nuova berlina full electric

Tempo di lettura: 2 minuti

BMW ha completato i lavori nel sito produttivo che monterà la nuova berlina i4.

L’investimento per realizzare la i4 di 200 milioni di euro e le sei settimane di lavoro hanno dato vita alla nuova linea di montaggio che servirà anche per le nuove versioni della M3.

BMW i4

Il direttore dell’impianto Robert Engelhorn ha dichiarato: ”Abbiamo completato con  successo la ristrutturazione completa e la conversione dell’impianto, nei tempi previsti e senza complicazioni”.

Sulle stesse linee, adeguatamente preparate per il montaggio del pianale e della sezione posteriore della i4,  oltre che per la trazione elettrica e la batteria ad alto voltaggio, potranno essere assemblate anche vetture con diverse propulsioni.

Il gruppo batteria della i4 , da solo, pesa 550 kg e sarà fissato alla struttura dell’auto con un sistema completamente automatizzato che si servirà di telecamere per controllare che l’allineamento sia corretto.

Si è proceduto anche alla installazione di trasportatori aerei elettrici e, secondo quanto ha affermato il direttore dell’impianto Engelhorn, questi lavori di ristrutturazione hanno portato ad una revisione completa dell’impianto, come mai era stato fatto finora.

La BMW i4 utilizzerà la tecnologia eDrive…

Sarà equipaggiata  con  due motori elettrici che svilupperanno una potenza totale di 523 CV, potenza superiore a quella sviluppata dal sei cilindri benzina 3.0 da 450 CV che attualmente viene utilizzato sulla M3.

La vettura sarà in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in circa 4 secondi ed il pacco batteria da 80 kWh, totalmente carico, può assicurare una autonomia di circa 600 km  nel ciclo WLTP.

La batteria della BMW i4 potrà essere ricaricata all’80% in circa 35 minuti…

Mentre basteranno solo sei minuti di ricarica per poter contare su una autonomia di 100 Km.

La BMW i4 sarà sul mercato nei primi mesi del 2021.

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Compasso d'Oro 2020 - Ferrari SP1 Monza

Compasso d’oro alle Ferrari SP1 Monza ed SP2

Lancia Thema render Andrea Bonamore

Lancia Thema la berlina che gli italiani sognano!