Menu

Il Kia Terrain Mode presente sulla nuova Sorento

Nuovo Kia Sorento debutterà in Italia il prossimo autunno.

Nell’attesa della presentazione, Kia anticipa alcune novità che accompagneranno la nuova versione della Sorento, e prima fra tutte il Terrain Mode .

Kia Terrain Mode

E’ questo il sistema che consente l’adattamento a qualsiasi fondo stradale   assicurando la massima guidabilità e sicurezz .

Kia Terrain Mode sarà presente  sulle versioni  Hybrid e Plug-in Hybrid

Attraverso un selettore consentirà al guidatore di scegliere fra le modalità di guida “ Fango”, “Neve” e “Sabbia”, ottimizzando in automatico la trasmissione.

Pablo Martinez Masip, Product Planning and Pricing Director di Kia Motors Europe, ha dichiarato fra l’altro : “……….il nuovo modello è la dimostrazione di come Kia sia riuscita a trasformare questo SUV, evolvendolo, come veicolo poliedrico per l’era moderna …….” .

Selezionando la modalità “Fango”, Sorento diventa il migliore alleato di chi vive fuori città o in campagna,  ma anche di chi,  percorre strade non asfaltate oppure terreni accidentati.

Per garantire una elevata mobilità il cambio effettua passaggi marcia rallentati e  la coppia motore viene stabilizzata il più possibile su tutto il sistema AWD mentre al TCS vengono demandati gli interventi più decisi.

Diverse modalità di guida per il nuovo Kia Sorento

Tutto questo aiuta il veicolo a mantenere lo slancio senza rimanere bloccato nel fango.

Selezionando la modalità “Neve” il nuovo Sorento verrà apprezzato da chi si trova a viaggiare su fondi a ridotto attrito.

Su terreni innevati o ghiacciati,  limita  la coppia del motore, ripartisce sulle quattro ruote con maggiore aderenza e, con l’ausilio del controllo di trazione elettronico (TCS), intervenendo sulle ruote che tendono a slittare, lasciando libere quelle che hanno grip, al fine di garantire la migliore mobilità possibile.

Selezionando la modalità  “Sabbia” il  Sorento arriva a non temere I fondi sabbiosi,perché l’elettronica  evita il rischio che il veicolo si blocchi, fornendo il massimo della coppia erogata dal motore, con cambi di marcia ritardati. Il TCS  consente al sistema di distribuire più coppia alle ruote, secondo la necessità.

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter