Menu

Alfa Romeo Montreal la coupé V8 continua a…

Alfa Romeo Montreal è una sportiva stradale 2+2.

Costruita dalla casa torinese dal ’70 al 77, la bella Alfa Romeo Montreal fu progettata da Marcello Gandini. aveva un  motore V8 da 2.6 litri abbinato a un cambio manuale a 5 marce.

Alfa Romeo Montreal

La  coupé sportiva stupiva per le sue prestazioni poichè era capace di scattare da 0 a 100 km/h in soli 7,4 secondi e di raggiungere una velocità massima di 220 km/h.

Pochi esemplari prodotti per la Alfa Romeo Montreal

Della vettura, nonostante le linee ricercate, pare siano stati costruiti solo 3900 esemplari prima di porre fine alla produzione.

In effetti la vettura era  destinata a una clientela di un certo rango e anche il prezzo di listino lo dimostrava, così come i molti equipaggiamenti disponibili in opzione.

Da allora si sono susseguite tante  proposte nella speranza di riportare in vita un vero modello sportivo  della Casa di Arese.

Nel 50° anniversario della coupè sportiva, è stato proposto un progetto digitale dal designer Dinesh Kuril per la Montreal Design Challenge.

Le foto digitali ci rimandano un modello che dà subito l’idea di alte prestazioni : linea bassa ed affusolata con una ampia “bocca” nel frontale dove si nota un ampio splitter; i fari, abbastanza piccoli, ad “L” rovesciata sono posti alla fine del cofano motore che dopo un andamento quasi curvilineo, degrada dolcemente sull’ampio frontale.

Sulla fiancata  sono evidenti i due grandi passaruota che ospitano pneumatici generosi e che dal disegno lasciano intravedere le rosse pinze di freni.

Che stile la bella Alfa Romeo Montreal

A metà del passaruota anteriore è collocato un piccolo badge raffigurante il classico quadrifoglio della Casa di Arese; le minigonne, a delimitare la fiancata ospitano un sottilissimo tricolore italiano.

Posteriormente il tetto sembra scivolare dolcemente verso l’ampio lunotto alla cui base sono posizionati i sottili gruppi ottici posteriori.

In basso un ampio estrattore che ingloba i terminali di scarico. Si, è solo un disegno, è solo una idea fra le tante che sono state presentate in questi anni.

La speranza, però, è sempre quella e cioè vedere una vera coupè sportiva nel listino della Casa del Biscione.

Giuseppe Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter