Menu

Mini John Cooper Works GP ed il Nurburgring…

Mini John Cooper Works GP gira lungo uno dei circuiti più ostili e difficili al mondo. 

Sulla leggendaria Nordschleife, la nuova Mini John Cooper Works GP dimostra tutto il suo potenziale, grazie ad un motore ed a un telaio, progettati utilizzando il massimo know-how maturato in occasione delle numerose esperienze in pista.

Un pista ostile ma anche leggendaria, teatro di sviluppo di un’auto che non finirà mai di stupire. 

Nuova Mini John Cooper Works GP sarà prodotta in sole 3.000 unità

Un motore due litri, turbo, un quattro cilindri da 306 cavalli per una coppia massima di 450 Nm, questi solo alcuni dei numeri di questa compatta due porte che in questa sua massima espressione, stradale, mostra potenzialità indiscutibili. 

Una potenza elevata per un corpo macchina leggero, nel classico 0-100 km/h impiega solo 5,2 seoncdi per poi raggiungere, una velocità massima pari a ben 265 km/h. 

Tanta verve si sposa alla perfezione con un assetto praticamente piatto, i cerchi in lega leggera da 18 pollici e le sospensioni ribassate di 10 millimetri rispetto alla JCW normale, sono indubbiamente un plus non da poco, per un’auto che punta ad emozionare in pista e su strada. 

Se ciò non bastasse ci pensano anche pneumatici ad alte prestazioni ed una trasmissione automatica doppia frizione ad 8 rapporti, con differenziale autobloccante integrato. 

Nuovo impianto frenante per la Mini John Cooper Works GP

Pinze freno a 4 pistoncini sulle ruote anteriori, a singolo pistoncino con disco flottante sulle ruote posteriori, in modalità GP (attivabile tramite un interruttore apposito) viene modificata la soglia di intervento del DSC, permettendo così al conducente di avvicinarsi progressivamente al limiti proprio e della vettura. 

Esteticamente la JCW GP mostra un look grintosissimo, il caratteristico spoiler sul tetto riduce la portanza garantendo il massimo dinamismo, la grembialatura anteriore assicura la massima aderenza in curva, così come le enormi ed evidenti appendici aerodinamiche poste ai lati della vettura.

Marco Lasala
marco.lasala@reportmotori.it

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter