Menu

Alfa Romeo 4C : l’evoluzione continua!

Alfa Romeo 4C è una di quelle sportive indimenticabili…

Un modello che ha segnato la rinascita del marchio torinese nel segmento delle sportive pure, la bella e potente Alfa Romeo 4C è stata l’origine di una nuova era di vetture compatte e prestazionali.

Alfa Romeo 4C Render

Se in Europa e soprattutto in Italia è stato un modello particolarmente apprezzato, non è andata esattamente così in America, visto il suo scarso riscontro di consensi.

Tuttavia c’è sempre un margine di miglioramento, ma anche anche, voglia di sognare, così l’architetto e render di auto, Yung Presciutti , ha deciso di dare una sua particolare interpretazione della due posti italiana.

Il designer lavora presso il centro Europeo di Toyota, in Francia, ed ha reso la supercar torinese ancora più audace nel look.

All’anteriore si notano nuovi fari ellittici, che prendono il posto delle sottili “punte luminose” presenti in origine sulla Alfa Romeo 4C , così come del tutto nuova è la griglia anteriore.

Passaruota massicci, generose prese d’aria che danno un ulteriore slancio ad un corpo macchina che sembra essere molto, molto, compatto.

L’aerodinamica è curata in ogni suo aspetto, la testimonianza della sua validità è data anche dalla scelta di un parabrezza particolarmente avvolgente, ispirato, nella forma, ad una visiera di un casco.

Al retro, una coppia di fari tridimensionali, tondi, sono ricoperti da un piccolo spoiler, mentre due scarichi rotondi sono immersi in un estrattore aria, che ha il compito di aumentare il carico aerodinamico di questa conturbante supercar.

Esteticamente non avrà la pulizia di linea della versione originale, ma indubbiamente il render sviluppato da Yung Presciutti lascia sicuramente il segno, vuoi per un insieme decisamente originale, vuoi perché ogni qualvolta si parla di Alfa Romeo si è portati inconsciamente a sognare il divertimento di guida, le prestazioni pure, ed uno stile che ancora oggi, su diversi suoi modelli storici, è inimitabile per soluzioni tecniche e stilistiche.

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter