Menu

Audi RS Q3 un 5 cilindri cattivissimo!

Audi RS Q3 un SUV dalla potenza infinita!

Cinque cilindri, 400 CV, 480 Nm di coppia, trazione integrale quattro: Audi RS Q3 e Audi RS Q3 Sportback sono il fiore all’occhiello della famiglia Q3.

Nel 2018, per il nono anno consecutivo, la giuria del premio “International Engine of the Year” ha assegnato al motore Audi 2.5 TFSI il titolo di miglior propulsore nella categoria da 2 a 2,5 litri.

Forte di una cilindrata di 2.480 cc, l’unità sovralimentata dei quattro anelli eroga una coppia massima di 480 Nm da 1.950 a 5.850 giri/min. 

Con un ingombro inferiore a 50 cm e un peso ridotto di 26 kg rispetto alla prima generazione di RS Q3, il motore 2.5 TFSI risulta decisamente compatto.

Audi RS Q3

 

Il solo basamento, ora in alluminio, contribuisce a un alleggerimento di 18 kg. Le camicie dei cilindri sono rivestite al plasma così da favorire la dissipazione del calore, ridurre al minimo gli attriti e garantire una superiore resistenza all’usura, mentre il diametro dei cuscinetti dell’albero motore è ridotto di 6 millimetri.

L’albero motore è cavo, pesa quindi un chilogrammo in meno rispetto al componente standard, mentre i pistoni in lega leggera integrano le canalizzazioni per l’olio di raffreddamento.

Dopo l’avviamento a freddo, la pompa dell’acqua a portata variabile impedisce la circolazione del liquido nella testata, consentendo di raggiungere più rapidamente la temperatura d’esercizio ottimale, con conseguente riduzione dei consumi e delle emissioni.

In virtù della sequenza di accensione 1-2-4-5-3 dei cilindri, il sound allo scarico è unico e inconfondibile. Una caratteristica costante dagli Anni ’80 ad oggi, ulteriormente enfatizzata dall’impianto di scarico RS, disponibile – a richiesta – nella variante sportiva corredata da terminali neri.

Il cinque cilindri lavora in abbinamento alla trasmissione a doppia frizione S tronic a 7 rapporti e alla trazione integrale permanente quattro che distribuisce la coppia tra gli assali mediante una frizione a lamelle. La gestione selettiva della coppia sulle singole ruote favorisce la maneggevolezza.

Grazie al controllo della dinamica di marcia Audi drive select, il conducente ha la possibilità di scegliere tra diversi setup influendo sulla distribuzione della spinta tra gli assali, la risposta dello sterzo, il cambio S tronic, l’erogazione del propulsore e l’apertura delle valvole allo scarico.

Il sistema di gestione della dinamica Audi drive select prevede sei modalità di marcia: comfort, auto, dynamic, efficiency e i nuovi setup RS1 ed RS2.

Tramite l’MMI, il conducente può personalizzare le modalità RS, attivabili rapidamente mediante il tasto “RS MODE” al volante (di serie).

 

ReporTMotori TV

Newsletter