Menu

Valentino Rossi rinnova il contratto con Yamaha fino al 2020

valentino rossiYamaha Motor Co. e Valentino Rossi sono felici di aver raggiunto un accordo che vedrà il pilota italiano rimanere con il team ufficiale Yamaha per le stagioni MotoGP 2019 e 2020, in sella alla YZR-M1.

L’estensione del contratto arriva poco prima che Valentino Rossi , 39 anni, affronti la sua 13a stagione con la Yamaha .

Il nuovo Campionato partirà il 16 Marzo, Venerdì con il  Gran Premio del Qatar.

Il Dottore e la sua YamahaYZR-M1 sono autori di gloriose vittore nel passato e insieme hanno assicurato al marchio motociclistico giapponese, quattro titoli  Mondiali nella MotoGP.

È il pilota della MotoGP di maggior successo della Yamaha in tutta la sua storia, con 56 vittorie, 43 secondi posti e 35 terzi posti conquistati in 206 gare disputate assieme. Tra le 500 vittorie del produttore giapponese, traguardo raggiunto a Le Mans nel 2017, l’11% di questi successi è stato conquistato da Valentino Rossi.

Il pluricampione italiano ha nel suo palmares, 55 vittorie in sella alla Yamaha YZR-M1 .

Con sei podi conquistati lo scorso anno, compresa una brillante vittoria del GP nei Paesi Bassi, il Team MotoGP Yamaha di Movistar è fiducioso nella sua collaborazione con Rossi e non vede l’ora di essere un serio concorrente per il titolo per il 2018 e le stagioni successive.

Valentino Rossi:  “Quando ho firmato il mio ultimo contratto con Yamaha, a marzo 2016, mi sono chiesto se sarebbe stato l’ultimo contratto come pilota della MotoGP . A quel tempo, ho deciso che avrei preso quella decisione durante i due anni successivi. Negli ultimi due anni sono giunto alla conclusione che voglio continuare perché correre, essere un pilota della MotoGP , ma soprattutto guidare la mia M1, è la cosa che mi fa sentire bene. Avere l’opportunità di lavorare con la mia squadra, con Silvano, Matteo e tutti i miei meccanici, e lavorare con tutti gli ingegneri giapponesi, Tsuji-san, e soprattutto Tsuya-san, è un piacere, e sono felice. Voglio ringraziare la Yamaha, Lin Jarvis e Maio Meregalli in particolare, per la loro fiducia in me, perché la sfida è difficile: essere competitivi fino a 40 anni! So che sarà difficile e richiede molto sforzo da parte mia ed un sacco di allenamento, ma sono pronto, non mi manca la motivazione, è per questo che ho firmato per altri due anni”.

ReporTMotori TV

Newsletter