in

Guintoli velocissimo nelle FP2 di Phillip Island

Tempo di lettura: 2 minuti

Sylvain Guintoli - Test Phillip Island 2016Le due prove libere del venerdì decidono l’ingresso alla sessione Tissot-Superpole 2, e il pilota che apre la strada è il Campione 2014 Sylvain Guintoli, l’unico in grado di impostare un giro sotto il muro dell’1’31 durante tutto il giorno e grazie a questo è stato il più veloce, portando la sua Yamaha YZF R1 a quasi quattro decimi dal secondo pilota nella tabella dei tempi, Michael Van Der Mark, su Honda.

Il campione in carica Jonathan Rea ha fatto una prova lunga e costante, duellando con Michael Van Der Mark per il primo posto sia nel percorso lungo sia sul ritmo, prima che Guintoli uscisse in pista e migliorasse il suo tempo in modo significativo, con un giro che si è rivelato imbattibile per la fine della sessione. Tuttavia, il ritmo del campione in carica sembra difficile da battere, e anche Van Der Mark ha un passo impressionante sulla lunga distanza.

Tutti i primi dieci tempi sono molto competitivi, con Sykes, Hayden, Giugliano e Davies, ai quali si sono aggiunti Lorenzo Savadori, con un ottimo nono tempo, e il più veloce pilota BMW Markus Reiterberger, decimo. Il tedesco ha sconfitto proprio sul finire del turno Alex Lowes, che con l’undicesimo tempo domani dovrà disputare la Tissot-Superpole 1. Il risultato dell’inglese è stata una sorpresa di questa giornata: Lowes non ha saputo replicare il tempo del compagno di squadra Guintoli, ha perso la decima posizione e domani dovrà lottare per poter correre la Tissot-Superpole 2.

Leon Camier è rimasto il pilota più veloce in sella ad una moto italiana, la sua MV Agusta, con il passo che ha dimostrato nella sessione mattutina, e occupa la quinta posizione. Le Ducati ufficiali le troviamo invece in settima e ottava posizione, rispettivamente con Davide Giugliano e Chaz Davies.

Durante la giornata si sono presentati al centro medico Xavi Fores, che dopo una caduta alla curva 12 ha rimediato un’abrasione al ginocchio, e Peter Sebestyen che ha una strappo alla gamba. In tema di infortuni citiamo anche Jordi Torres, che dopo i test pre-stagionali è stato sottoposto a un piccolo intervento al gomito, a Melbourne, a causa del quale oggi non è potuto essere al massimo e spera di essere più veloce domani.

Il WorldSBK tornerà in pista domani mattina ancora una volta per vedere come il gruppo provvederà a mischiare le carte in tavola, prima di affrontare Gara 1 nel pomeriggio.

Fonte WSBK.com

 

Scritto da admin

Nuova Alfa Romeo Giulietta

30 anni di Volvo 480