in ,

Ford Focus 1.6 TDCi: un viaggio tecnologico !

Tempo di lettura: 3 minuti

Ford Focus 1.6 TDCiViaggiare non è mai stato così economico perché a bordo della nuova Ford Focus 1.6 TDCi realmente è difficile rendersi conto di quanto si stia consumando, perché una volta fatto il pieno, l’autonomia è pressoché da primato.

Di vetture ne proviamo tante ma ultimamente capita di rado di trovarsi al cospetto di una auto che realmente ti fa dimenticare l’esigenza di una sosta per il rifornimento, così una volta ritirata la nuova Ford Focus 1.6 TDCi , la nostra meta è la Calabria, le vacanze sono alle porte e quale occasione migliore è quella di mettersi alla guida di una nuova vettura della casa dell’Ovale Blu e saggiarne le sue dote di efficienza ?

Efficiente ed economica ma non per questo spartana, la nuova Ford Focus 1.6 TDCi oggetto della nostra prova su strada non ha nulla da invidiare a blasonate vetture di segmento superiore, dai fari allo xeno al sistema di navigazione satellitare, passando per i comandi vocali e per le svariate possibilità di collegare sistemi multimediali esterni, sulla nuova media Ford nulla è impossibile ed anzi, all’interno tutto sembra esser disposto intelligentemente.

Complice anche un rinnovato sistema multimediale, il Sync II, ora sulla consolle centrale non c’è più una abbondanza di tasti, grazie al rinnovato schermo centrale che ospita comandi touch screen e vocali, la tecnologia è al servizio dei passeggeri e dopo un po’ di apprendistato, governare l’intelligenza artificiale di questa moderna Focus è un gioco da ragazzi .

Bastano pochi chilometri per capire come funziona il nuovo Sync II, i comandi vocali permettono un controllo totale del sistema e complice una interfaccia semplice ed intuitiva, ogni comando è semplice quanto diretto .

Nel classifico quadrante disposto di fronte al guidatore, oltre alla contachilometri ed al contagiri, strumentazione al cui interno sono presenti diverse spie, al centro, trova spazio l’utile computer di bordo, sistema in grado di ospitare una miriade di informazioni: dalla segnaletica stradale all’autonomia residua alla velocità di crociera passando per una serie di utili e informazioni in grado di soddisfare anche l’automobilista più esigente, a bordo della nuova Ford Focus, ogni parametro vitale della vettura è tenuto vigilmente sott’occhio e non solo . . .

Su strada il comportamento dinamico della nuova Ford Focus TDCi lascia ampie possibilità di intervento al pilota ma un occhio vigile controlla sempre affinché il tutto resti entri sufficienti margini di sicurezza: dall’ABS al controllo elettronico di stabilità , ogni dispositivo di sicurezza attivo qui è pensato per regalare il massimo dell’efficienza e della tranquillità ai passeggeri.

Tecnicamente l’elettronica abbonda, mentre il motore, un tranquillo ed efficiente millesei turbocompresso, da 120 cavalli , contribuisce in maniera determinante alla salvaguardia del portafoglio del guidatore: a velocità da codice della strada, l’autonomia è realmente notevole, percorrenze nell’ordine dei 16/17 km litro sono tranquillamente alla portata di tutti, basta accarezzare il pedale dell’acceleratore per poter vantare un’efficienza spesso sconosciuta alle concorrenti .

Sia ben chiaro, all’occorrenza la Ford Focus 1.6 TDCi, permette sorpassi agevoli e rapidi, ma è una vettura pensata per accompagnare i passeggeri in comode trasferte perché le prestazioni sono discrete ma l’asso nella manica di questa vettura risiede nell’autonomia, efficienza e tecnologia.

Siamo ad appena 400 chilometri, la nostra meta è ancora lontana e le meraviglie di questa simpatica Focus sono ancora tutte da scoprire, il nostro viaggio continua. . . .

Marco Lasala
Ultimi post di Marco Lasala (vedi tutto)

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Audi e-tron quattro concept

Brutto infortunio per Franco Morbidelli