in

I piloti del KRT testano novità a Portimao

Tempo di lettura: 2 minuti

Jonathan Rea - Assen 2015I piloti del KRT sono scesi in pista a Portimao per testare diverse novità, con Tom Sykes che ha fatto segnare il terzo miglior tempo e con Rea che si è posizionato dietro Davide Giugliano, in seconda posizione.

Tante le novità che i piloti del Kawasaki Racing Team hanno potuto testare in vista delle prossime gare, sia Rea che Sykes hanno concluso i loro test facendo segnare più di ottanta giri !

Jonathan Rea ha concluso il suo best lap con un tempo di 1’42.661, a pochi millesimi dal Ducatista Davide Giugliano, pilota che sul circuito di Portimao si è rivelato velocissimo .

 

Il fornitore unico di pneumatici Pirelli ha inoltre messo a disposizione alcune nuove mescole sia per l’anteriore che per il posteriore, rendendo questo test importante anche sotto questo punto di vista.

Jonathan Rea: “Siamo riusciti a completare tutto il programma di lavoro e, se per il test ci dessero dei punti, io credo che ne prenderemmo 25, visto che abbiamo provato tutto ciò che c’era a disposizione. Anche il test degli nuovi pneumatici ha richiesto del tempo, viste le tante novità. Dovevamo provare delle soluzioni per la forcella anteriore, il forcellone ed i freni. Abbiamo testato anche qualcosa che ci permettesse di migliorare il grip. È stata una giornata produttiva e sono davvero contento del lavoro fatto”.

Tom Sykes: “Abbiamo passato in rassegna numerose soluzioni e strategie, per riuscire a migliorare il rendimento su questa pista. Ne abbiamo provate troppe per poter fare un elenco, ma alla fine siamo andati davvero bene. Io credo che i tempi fossero più convincenti di quelli di gara, anche se il nostro pacchetto non era male neanche allora. Marcel, il mio capo tecnico, aveva una lunga lista di cose da provare e per questo abbiamo dovuto sfruttare ogni minuto. A conti fatti, credo che siamo riusciti a migliorare un po’ il feelig e credo che faremo una bella riunione nei prossimi giorni per fare il punto della situazione. Abbiamo davanti alcuni round che saranno caratterizzati dalle temperature elevate ed il fatto che siamo riusciti a girare più forte con il caldo mi rincuora, facendo segnare il tempo con una gomma più studiata per la distanza che per il giro singolo. Sono felice e spero che queste indicazioni si trasformeranno in qualcosa di buono a Misano”.

Scritto da admin

Una Abarth 695 biposto R come apripista!

Arriva il 4 Luglio la Nuova 500