in

La furia Lorenzo travolge il Mugello

Tempo di lettura: 2 minuti

Jorge Lorenzo - Mugello 2015Un Jorge Lorenzo scatenato al Mugello, un pilota che reduce da due vittorie consecutive è affamato di vittoria ed il suo obiettivo ora è agguantare Valentino.

Il Mugello è una pista veloce, la sua Yamaha YZR-M1 risponde alla grande ai suoi comandi, Jorge Lorenzo punta al gradino più alto del podio e così, allo spegnersi del semaforo rosso, balza in testa conducendo una gara in solitaria.

Da quel momento in poi nessuno riuscirà a contrastarlo, da quell’istante in poi nessuno avrà il suo passo perché Jorge Lorenzo vuole fare il tris di vittorie, colmando il suo gap, nella classifica pilota, con il compagno di squadra Valentino Rossi.

Jorge Lorenzo: “Sono molto contento, perché non mi aspettavo di andare al comando con un margine così elevato, ma a volte capita che il feeling con la propria moto sia pazzesco! Oggi la pista non era poi così veloce e tutti giravano più lenti di quanto non pensassero. Io ero l’unico pilota a guidare in 1’47, fortunatamente per me guadagnavo sei o sette decimi al giro, questa è stata la chiave per la vittoria della gara. Se qualcuno mi avesse detto prima di Jerez che avrei vinto tre gare di fila non ci avrei creduto, ma questo è quello che è successo. Siamo in gran forma! Valentino sta ottenendo podi a tutte le gare , significa che è forte e anche la sua moto va davvero bene. Sembra che quest’anno potrebbe essere il nostro anno, quindi dobbiamo approfittarne. Ora la situazione è diversa rispetto a quando avevo ventinove punti di distacco da lui, ora siamo a meno di sei punti, è difficile avvicinarsi a Valentino, perché è sempre sul podio. Oggi Iannone ha conquistato il secondo posto mettendosi davanti a lui . I nostri concorrenti stanno lavorando sodo per risolvere i problemi di stabilità che hanno con le loro moto e arriveranno ad un punto che vinceranno le gare, ma fino ad allora dobbiamo sfruttare al massimo il nostro potenziale per migliorare la moto sempre di più !

Scritto da admin

Marquez scivola e saluta il Mugello

Al Mugello si testano i Michelin