Menu

Il gruppo FCA cresce nelle immatricolazioni

Fiat 500X Cross Plus Per la quarta volta consecutiva in quattro mesi, Fiat Chrysler Automobiles ( FCA ) cresce in Europa più del mercato.

In aprile il gruppo FCA, ha immatricolato quasi 79 mila vetture, il 13,4 per cento in più rispetto all’anno scorso.

Per il 28esimo mese consecutivo FCA domina il segmento A, con Panda e 500 che insieme hanno ottenuto nel mese una quota del 29,2 per cento.

Prima nel suo segmento anche la 500L, con il 23,5 per cento di quota nel quadrimestre. 500X tra le top five del suo segmento. Continua l’exploit di Jeep, al 18esimo mese consecutivo di crescita: il marchio è cresciuto in tutti i principali mercati di valori ben superiori alla media, grazie agli ottimi risultati di Renegade .

Anche in aprile, come in tutto il 2015, prosegue il trend positivo delle vendite di auto nell’Europa dei 28 più le nazioni aderenti all’EFTA. Infatti, con 1 milione 210 mila immatricolazioni il mercato è cresciuto del 6,9 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Nel primo quadrimestre del 2015 le registrazioni sono state 4 milioni 848 mila, in crescita dell’8,1 per cento in confronto a un anno fa.

Fiat Chrysler Automobiles ancora una volta ha ottenuto (per la quarta volta consecutiva) un risultato migliore rispetto a quello del mercato: con 79 mila immatricolazioni in aprile ha aumentato le vendite del 13,4 per cento rispetto all’anno scorso. La quota è stata del 6,5 per cento, era il 6,2 per cento ad aprile 2014.
Le vendite di FCA sono aumentate in Italia (+24,8 per cento in un mercato cresciuto del 24,2 per cento), in Francia (+12,3 per cento rispetto al +2,3 per cento del mercato) e in Spagna, dove la crescita è stata dell’11,1 per cento in confronto al +3,1 del mercato.
Nel primo quadrimestre del 2015, FCA ha immatricolato quasi 307 mila vetture, il 12,1 per cento in più rispetto allo stesso periodo del 2014. La quota è stata del 6,3 per cento, era il 6,1 un anno fa.

Anche il marchio Fiat in aprile ha ottenuto un risultato migliore rispetto alla media del mercato: le vendite – quasi 60 mila – sono aumentate del 9,7 per cento rispetto all’anno scorso e la quota è salita di 0,1 punti percentuali, attestandosi al 4,9 per cento. Tra i principali mercati, il brand è cresciuto in Italia (+21,2 per cento), in Francia (+17 per cento) e in Spagna (+10,3 per cento).
Nel primo quadrimestre del 2015, Fiat ha registrato quasi 231 mila vetture, l’8,7 per cento in più nel confronto con lo stesso periodo dell’anno scorso e ha ottenuto una quota del 4,8 per cento rispetto al 4,7 per cento raggiunto nel 2014.
Ancora una volta il marchio Fiat è leader indiscusso del segmento A (ormai da 28 mesi consecutivi) con Panda e 500 che, insieme, in aprile hanno raggiunto una quota del 29,2 per cento. La più venduta del segmento è stata la Panda, con 15.300 immatricolazioni – il 19,5 per cento in più rispetto all’anno scorso – e una quota del 14,6 per cento. Alle sue spalle la 500 con 15.200 immatricolazioni e una quota del 14,5 per cento. Altrettanto positivo il risultato ottenuto dalla famiglia 500L che ormai da mesi è la più venduta del suo segmento. In aprile ne sono state immatricolate quasi 7.200 per una quota nel segmento del 21,6 per cento, che sale al 23,5 nel progressivo annuo. La 500X – a pochi mesi dalla commercializzazione – ha rapidamente raggiunto le prime posizioni di classifica nel suo segmento (è tra le top five in Europa, prima in Italia) con quasi 7 mila immatricolazioni e una quota del 7,6 per cento. Da segnalare il risultato di Punto le cui immatricolazioni sono aumentate del 13 per cento rispetto allo stesso mese del 2014.

Lancia/Chrysler in aprile ha immatricolato oltre 6.100 vetture e ha ottenuto una quota dello 0,5 per cento.
Nel primo quadrimestre sono state quasi 24 mila le Lancia registrate, per una quota dello 0,5 per cento.
Il marchio ha ottenuto risultati positivi ad aprile in Italia (immatricolazioni in crescita del 24,1 per cento) e soprattutto in Germania, dove le vendite sono aumentate del 63 per cento.
Le registrazioni di Lancia Ypsilon sono aumentate in aprile del 5,5 per cento rispetto a un anno fa.

In aprile le immatricolazioni di Alfa Romeo sono state 4.900 per una quota allo 0,4 per cento.
Nel progressivo annuo le Alfa Romeo registrate sono state 19.900 e la quota dello 0,4 per cento.
Oltre alla crescita delle vendite in Austria (+6,3 per cento) tra i risultati del brand va segnalato che la Giulietta nel progressivo annuo ha incrementato le vendite dello 0,3 per cento rispetto a un anno fa.

Continua anche in aprile l’exploit di vendite del marchio Jeep, al 18esimo mese consecutivo di crescita. Le immatricolazioni del brand, poco meno di 7.300, sono più che raddoppiate rispetto a un anno fa (+172,3 per cento): nessun altro costruttore si avvicina ai risultati di Jeep in termini di aumento percentuale delle vendite. La quota è stata dello 0,6 per cento, triplicata rispetto allo 0,2 per cento di un anno fa.
Altrettanto positivi i risultati del quadrimestre, con poco meno di 29 mila immatricolazioni (quasi triplicate rispetto alle 10 mila dell’anno scorso) in aumento del 185,8 per cento, e quota allo 0,6 per cento, in crescita di 0,4 punti percentuali.
In aprile le vendite del marchio Jeep sono aumentate in tutti i principali mercati europei con valori notevolmente superiori alla media: +252,7 per cento in Italia, +75,1 per cento in Germania, +438,1 per cento in Francia, +198 per cento nel Regno Unito, +272,8 per cento in Spagna.
A trainare il successo del brand è stata la Renegade che – con oltre 4.600 immatricolazioni in aprile – è ormai stabilmente tra le top ten del suo segmento.

I marchi di lusso e sportivi Ferrari e Maserati hanno immatricolato complessivamente 984 vetture in aprile e 3192 nel primo quadrimestre dell’anno.

ReporTMotori TV

Newsletter