in

Mercedes Concept V-ision e

Tempo di lettura: 2 minuti

Mercedes Concept V-ision ePunta sull’efficienza, sull’agilità e sulla sua innata capacità di offrire ai passeggeri un ambiente fatto di materiali di altissima qualità, la Mercedes Concept V-ision e sfrutta l’azione combinata di due propulsori per offrire potenza e coppia da vendere.

Si tratta del medesimo motore utilizzato dalla Classe C 350, un quattro cilindri che eroga una potenza massima di 210 cavalli ed una coppia massima di 350 Nm, valori che abbinati a quelli del motore elettrico che eroga 90 KW e 340 Nm di coppia portano la Concept V-ision e a poter contare su una potenza complessiva di ben 333 cavalli con picchi di coppia di 600 Nm!

Su strada il tutto si traduce in uno scatto da 0 a 100 km/h in soli 6,1 secondi, con una velocità massima di ben 206 km/h !

Ma ciò che stupisce della Concept V-ision e, è la sua straordinaria efficienza, solo 3 litri di carburante per 100 km, con una emissione di CO2 pari a 71 g/km.

Ad una velocità di crociera di 80 km/h la Mercedes Concept V-ision e riesce a percorrere fino a 50 km in autonomia elettrica, un vantaggio enorme per le tasche del guidatore, soprattutto se le distanze che giornalmente ricopre rientrano in questo range di utilizzo.

L’energia elettrica della Mercedes Concept V-ision e,  è accumulata in una batteria agli ioni di litio ad alto voltaggio, con capacità complessiva di 13,5 kWh. La batteria è sistemata nel bagagliaio, all’interno di un contenitore in lamiera d’acciaio rivestito. La batteria ad alto voltaggio è ricaricabile da una sorgente esterna, in tal modo contribuisce efficientemente ai bassi valori di consumo e di emissioni. Grazie ad un intelligente sistema on board, la ricarica avviene in meno di due ore, con alimentazione tramite wallbox o colonnina pubblica (400 V, 7,2 kW, monofase). In alternativa si può utilizzare anche la normale presa domestica. A seconda della rete, la ricarica si completa poi in circa cinque ore (a 230 V, 13 A, 3,0 kW, monofase).

L’intelligente gestione della trazione ibrida sceglie automaticamente la combinazione ideale tra motore elettrico e motore a combustione. Le sue caratteristiche salienti sono il cosiddetto Silent Start, cioè la messa in moto e avvio silenzioso della vettura solo tramite il motore elettrico; il Boost, vale a dire l’intervento del motore elettrico a sostegno del propulsore a benzina, ad esempio nella fase di accelerazione; infine, il recupero dell’energia in frenata e decelerazione della vettura. L’energia recuperata viene immagazzinata nella batteria, dove resta a disposizione per la marcia in modalità elettrica o per coadiuvare il motore a benzina nel Boost.

Chi lo desidera, può anche regolare da sé la sinergia della doppia propulsione. Sono selezionabili quattro diverse modalità, da impostare tramite un apposito interruttore: Hybrid (mette a disposizione tutte le funzioni della trazione ibrida), E-Mode (trazione interamente elettrica), E-Save (mantiene il livello di carica della batteria) e infine Charge (carica la batteria durante il viaggio). L’impostazione scelta è visualizzata al centro del quadro strumenti.

 

Scritto da admin

Ducati riconferma Bayliss per la Thailandia

Ford EcoSport S