in

Toni Cairoli dedica la sua vittoria in Brasile a Simoncelli

Tempo di lettura: 2 minuti

Toni CairoliNel Parco divertimenti più grande del Brasile, Tony Cairoli diventa l’attrazione principale della giornata dominando e facendo divertire il numeroso pubblico presente con la sua guida spettacolare ed efficace. Il sei volte campione del mondo ha corso un Gran Premio del Brasile perfetto e diventando l’eroe di Beto Carrero. Dopo la sfortunata prestazione del 2012 e un sabato in salita, in gara Tony è stato perfetto. Ha vinto la prima manche senza problemi e poi si è imposto nella Superfinale battendo Strijbos. Cairoli torna dunque a vincere dopo due GP, fa il suo Gran Premio del Brasile per la seconda volta, dopo l’affermazione di Campo Grande nel 2010, conquista il 58° successo in carriera e comanda il mondiale con 54 punti di margine su Paulin.

Salito sul podio, Tony ha messo l’adesivo Sic 58 sulla coppa della vittoria, dedicando così la vittoria al grande Marco Simoncelli e poi con il dito verso il cielo gli ha dedicato il successo che corrispondeva appunto al numero di gara del Sic.

Senza storia la prima manche del Gp del Brasile. Tony è scattato al meglio dal cancelletto, si è preso l’hole shot e ha staccato fin da subito gli avversari. Ha dato il massimo nei primi minuti e ha costruito un importante vantaggio sui rivali, capeggiati prima da Philippaerts, poi da Nagl, che ha poi amministrato fino al traguardo e vincendo a mani basse. 

Nella Superfinale (formula che sostituisce la seconda manche nelle gare extraeuropee e vede al via i migliori di MX1 e MX2) Tony non è scattato al meglio e così ha dato vita a una bella rimonta dalla settima piazza. Con un bel sorpasso su Paulin, si è lanciato all’inseguimento su Desalle. Sorpasso deciso sul belga e poco dopo su Goncalves e dunque Cairoli secondo dopo circa dieci minuti. A quel punto, in seconda posizione, Tony si è lanciato all’inseguimento di Strijbos, al comando.

Tony Cairoli: “ Sono felice per questa vittoria. Dopo un sabato non perfetto, oggi è andato tutto bene. Nella prima manche sono partito bene e ho preso un buon margine sugli avversari che ho poi mantenuto. Nella Superfinale ho dovuto recuperare e una volta dietro Strijbos ho cercato di ridurre lo svantaggio e negli ultimi tre giri sono riuscito a prenderlo e a passarlo. Sono contento per questa vittoria davanti al pubblico brasiliano sempre molto caldo con me e per la vittoria numero 58 che dedico a Marco Simoncelli.”

Scritto da admin

J SET Summer 2013

GPR BMW R 1200 GS 2013