Menu

Ad Assen Superpole firmata Sykes!

Tom SykesLo spettacolo del Campionato del Mondo eni FIM Superbike è entrato nel vivo questo pomeriggio con la Tissot-Superpole sullo storico TT Circuit di Assen. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) ha conquistato la 13^ partenza dalla prima casella della sua carriera, la seconda in stagione. Il pilota di Huddersfield ha fatto segnare uno splendido 1’35.043 che è risultato inavvicinabile per gli inseguitori, cercando di migliorarsi ulteriormente per provare a superare – senza successo – il best lap di Jonathan Rea che resiste dal 2010.

Proprio il pilota Pata Honda World Superbike, che sulla pista di casa del team ha vinto 4 delle ultime 6 gare disputate, ha chiuso in seconda posizione ed è apparso finalmente in grado di voltare pagina dopo un difficile inizio di stagione e di fine settimana. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) ha conquistato l’ultima casella della prima fila ai danni del compagno di squadra Sylvain Guintoli, che con Loris Baz (Kawasaki Racing Team) e Davide Giugliano (Althea Racing Aprilia) completa la seconda fila.

Settimo Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK Team) che, come ad Aragon, non è riuscito a trovare posto nelle prime due file dello schieramento – il ravennate non ha ancora effettuato una partenza dalla prima fila quest’anno. Carlos Checa (Team Ducati Alstare) ha concluso in ottava posizione, davanti a Michel Fabrizio (Red Devils Roma Aprilia). Lo spagnolo è stato 3 decimi più lento rispetto al tempo fatto segnare nella Superpole 2 (che gli sarebbe valso il quinto posto in griglia).

Giornata amara per il mattatore di Aragon Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK), che partirà domani soltanto dalla tredicesima casella. Il gallese, negli istanti finali della Superpole 1, è stato scalzato dalla dodicesima posizione (l’ultima utile per accedere al turno successivo) da Jules Cluzel (FIXI Crescent Suzuki), decimo al termine.

I tempi della Tissot-Superpole: 1. Sykes (Kawasaki) 1’35.043 media 172.040 km/h; 2. Rea (Honda) 1’35.639; 3. Laverty (Aprilia) 1’35.814; 4. Guintoli (Aprilia) 1’35.973; 5. Baz (Kawasaki) 1’36.166; 6. Giugliano (Aprilia) 1’36.326; 7. Melandri (BMW) 1’36.330; 8. Checa (Ducati) 1’36.438; 9. Fabrizio (Aprilia) 1’37.570; 10. Cluzel (Suzuki); 11. Badovini (Ducati); 12. Neukirchner (Ducati); 13. Davies (BMW); 14. Clementi (BMW); 15. Iannuzzo (BMW); 16. Sandi (Kawasaki); 17. Aitchison (Ducati); 18. Lundh (Kawasaki); 19. Camier (Suzuki).

 

ReporTMotori TV

Newsletter