in

Brookes sostituirà Hopkins nel primo round della SBK

Tempo di lettura: 2 minuti

Il primo round della stagione 2012 World Superbike di Phillip Island vedrà al via un ulteriore pilota australiano, ovvero Joshua Brookes. Il 28enne pilota originario di Sidney, da diverse stagioni impegnato nel BSB con TAS Suzuki (quest’anno il team ha la denominazione di Tyco Suzuki), ha preso temporaneamente il posto di John Hopkins nel Team Crescent Fixi Suzuki, visto il brutto incidente occorso al pilota americano nella prima di tre giornate di test non ufficiali sulla pista australiana.
Sebbene non sia stata ancora ufficializzata l’indisponibilità di Hopkins, le chance di vedere lo statunitense in pista settimana prossima sono prossime allo zero. Per questa ragione Brookes è sceso in pista già oggi per la giornata conclusiva dei test, con l’obiettivo di prendere confidenza con la squadra e la moto. Ma come afferma il diretto interessato “è stato più difficile del previsto, poiché il set-up della moto di John (Hopkins) è molto diverso rispetto a quello a cui sono abituato.”
“Non è facile montare in sella all’ultimo momento e guidare la moto di qualcun altro, ma io ho comunque deciso di utilizzare all’inizio le sue regolazioni. Non hanno funzionato per me, quindi abbiamo fatto qualche modifica e siamo arrivati ad un buon livello a fine giornata. L’anteriore mi dà molta fiducia, non posso dire lo stesso del posterior, in quanto oggi ha rappresentato il problema maggiore.”
Brookes non rappresenta un volto nuovo per il Mondiale Superbike, avendo partecipato a parte della stagione 2006 con il Team Bertocchi Kawasaki ed alla successiva con Alto Evolution Honda. Nel 2008 è passato invece al Mondiale Supersport, conquistando in sella alla Honda del Team Stiggy il terzo posto finale in classifica dietro alla coppia Ten Kate Honda composta da Andrew Pitt (laureatosi campione) e Jonathan Rea.
“E’ stata la scelta più ovvia” commenta Jack Valentine, Team Manager Crescent Fixi Suzuki, “dato che corre nel BSB in sella ad una GSX-R 1000 e fa quindi parte della famiglia Suzuki. Un grazie va a lui per essere arrivato qui il più velocemente possibile, ma anche a Phillip Neil (TAS Suzuki) per aver dato il consenso alla sua partecipazione.

Fonte Worldsbk.com – http://www.worldsbk.com

Scritto da admin

TomTom IQ Routes

Audi Ladies Driving experience