in

Smart Forvision

Tempo di lettura: 2 minuti

Smart da sempre svolge un ruolo pionieristico nella mobilità urbana e con fortwo electric drive ha già indicato la strada che intraprenderanno le metropoli in futuro. In collaborazione con BASF, il più importante fornitore del settore automobilistico per prodotti chimici, smart dimostra di essere all’avanguardia anche nell’impiego di tecnologie innovative che non riguardano solo la trazione. smart forvision, concept car che sarà presentata alla IAA 2011, unisce design futuristico e tecnologie per l’efficienza energetica, la leggerezza dei materiali e la gestione della temperatura. “Con la forvision,smart fa onore alla sua funzione di ‘fucina’ di Daimler per soluzioni di mobilità urbana. Presentiamo numerose première mondiali che rendono possibile una mobilità elettrica senza compromessi. Con il chiaro intento di incrementare notevolmente l’autonomia a emissioni zero siamo intervenuti su ogni aspetto che riguarda la vettura.
Ciò ha prodotto soluzioni e materiali veramente innovativi in tema di isolamento, rifrazione, strutture leggere e gestione dell’energia. Accanto a celle solari organiche trasparenti, diodi luminosi trasparenti e a risparmio energetico, nonché pellicole e vernici IR-riflettenti, vengono impiegati materiali espansi ad elevate prestazioni per l’isolamento dal caldo e dal freddo. smart fissa nuovi parametri di riferimento anche nelle strutture leggere, con l’impiego dei primi cerchi interamente in materiale sintetico”, ha affermato Annette Winkler, Responsabile smart. “Grazie ai geni di per sé già rivoluzionari di smart, anche il design della nuova vettura è divenuto così particolare che viene voglia di portarla fuori dal laboratorio di ricerca e di metterla subito in strada!”.

Marco Lasala
Ultimi post di Marco Lasala (vedi tutto)

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Max Biaggi vuole conquistare il Nurburgring

Boutique Mercedes-Benz Spot