Menu

Una Indianapolis da dimenticare per Rossi

20110829-005528.jpg

Valentino Rossi e Nicky Hayden a Indianapolis hanno lottato per ottenere il maggior numero di punti possibili in una gara condizionata da una serie di difficoltà. Il pilota italiano, che al nono giro era scivolato in ultima posizione a causa di un problema al cambio, ha comunque recuperato con grande determinazione fino a chiudere decimo. Nicky Hayden invece è scattato molto bene al via rimanendo nel gruppetto dei primi quattro ma la scelta di montare una gomma anteriore morbida non ha pagato come si aspettava perché dopo sette giri ha perso progressivamente terreno fino a tagliare il traguardo in quattordicesima posizione.

Valentino Rossi (Ducati Team) 10°
“In questo fine settimana sono successe tante cose che hanno contribuito a rendere la gara particolarmente difficile: la caduta di ieri in qualifica ci ha tolto confidenza e ha contribuito a farci partire molto indietro sullo schieramento mentre oggi è stato soprattutto penalizzante un problema al cambio. La moto è rimasta sei o sette volte in folle, e per questo motivo ho fatto due “dritti” perdendo tempo. Mi sono ritrovato ultimo ma ho deciso di fare il possibile per prendere almeno qualche punto. Questa mattina nel warm-up avevamo fatto un piccolo cambiamento che ci aveva fatto migliorare un po’ il passo ma in gara mi sono trovato davvero in difficoltà, anche per quanto riguarda il consumo della gomma anteriore. E’ stata dura ma siamo comunque arrivati alla fine con qualche punto. Sappiamo che dobbiamo lavorare molto, in Ducati lo stanno facendo, io e il mio team altrettanto perché dobbiamo cercare di non mollare e di mettere a posto la moto al meglio in attesa di novità tecniche”.

Nicky Hayden – (Ducati Team) 14°
“E’ stata una giornata davvero molto difficile. Pensavamo che l’anteriore morbida potesse essere una buona opzione per la gara ma purtroppo lo è stata solo per sette, otto giri. Poi ho cominciato a perdere progressivamente terreno fino al punto in cui vibrava così tanto anche in rettilineo che a due giri dalla fine sono rientrato ai box. Volevo comunque portare a casa dei punti quindi sono uscito di nuovo per tagliare il traguardo. Peccato, ero partito bene e nei primi giri, per la prima volta quest’anno sull’asciutto, ho fatto qualche duello lì davanti. La moto era veloce in rettilineo e il nuovo cambio mi permetteva di uscire bene dalle curve. Comunque, è la nostra prima gara con la nuova moto e probabilmente dobbiamo capire meglio cosa serve per metterla a punto. Mi spiace per tutti i nostri tifosi in America e per tutti i ducatisti, ci riproveremo la prossima gara.

Vittoriano Guareschi, Team Manager
“Oggi è stata una giornata molto impegnativa per la nostra squadra e per i nostri piloti che nonostante il grande impegno di cui come sempre hanno dato prova, hanno faticato per portare a casa pochi punti. Dopo la prestazione positiva di Brno ci aspettavamo di trovare subito un buon ritmo anche qui a Indianapolis e non ci siamo riusciti, anche se va considerato che alcune cose ci hanno penalizzato. Nicky, infatti, ha fatto una scelta di gomma anteriore che non si è rivelata la migliore ma il suo passo in gara nei primi giri era abbastanza buono, mentre Valentino oggi ha avuto un problema al cambio che nei quattro turni di prova non si era mai presentato. In ogni caso sappiamo che dobbiamo lavorare per migliorare e nessuno in Ducati e nel team si sta risparmiando per raggiungere questo obiettivo”.

ReporTMotori TV

Newsletter