in

Ottime qualifiche per Lorenzo e Spies

Tempo di lettura: 2 minuti

20110828-092716.jpg

Per la prima volta questa stagione, entrambi i piloti Yamaha Factory Racing, Ben Spies e Jorge Lorenzo, partiranno dalla prima fila. L’eccellente prestazione di Spies di ieri sul glorioso tracciato americano è continuata anche oggi in entrambe le sessioni di prova e si è concretizzata con una soddisfacente seconda piazza in griglia di partenza del GP di Indianapolis. Purtroppo l’eroe locale, in sella alla sua YZR-M1, non è riuscito a strappare la pole position al rivale Casey Stoner, nonostante il casco rosso registrato nei primi due intertempi della pista durante l’ultimo giro veloce.

Jorge Lorenzo è stato autore di un grande miglioramento nel corso delle prove ufficiali, dopo aver faticato per tutto il weekend alla ricerca di un set-up competitivo sulla pista riasfaltata di Indy. Con due giri veloci consecutivi a metà della sessione del pomeriggio, il pilota spagnolo ha conquistato il terzo posto in prima fila dietro al compagno di squadra. Per Lorenzo non è ancora tempo di concentrarsi sulla gara: il campione del mondo in carica dovrà sfruttare tutto il warm-up di domani per verificare l’attendibilità del lavoro svolto oggi.

Ben Spies ha dichiarato: “Oggi è stata una gran giornata: anche se non ho fatto il giro veloce alla fine del turno di qualifica, abbiamo ottenuto lo stesso la prima fila. Oggi abbiamo fatto circa 30 giri con un unico treno di gomme e sono stato abbastanza veloce perché sono riuscito a girare intorno a 1’39. Ho cercato di strappare la pole a Casey ma ho avuto un banale inconveniente: quando mancavano 5 minuti alla fine si è staccato il cuscinetto di carbonio che mi distanzia dal serbatoio e ovviamente la cosa non mi ha aiutato. Non me la sono presa più di tanto perché sapevo che avevamo un bel margine dal quarto in classifica e che la prima fila era praticamente garantita. Purtroppo la qualifica non è stata una sessione perfetta ma Casey era comunque troppo veloce. Riguardo la gara, penso che le gomme si consumeranno dopo circa dieci giri di pista ma la mia moto ha già dimostrato di essere competitiva anche con gli pneumatici usati. Vedremo cosa succederà”.

Jorge Lorenzo ha dichiarato: “Le qualifiche sono andate molto meglio rispetto ai tre turni precedenti. Siamo migliorati con l’anteriore e abbiamo cambiato completamente il setting della moto: Adesso possiamo essere molto più fiduciosi per domani. È chiaro che avrei voluto essere più vicino a Casey ma sette decimi sono meglio di un secondo e mezzo… Domani ci aspetta una gara molto difficile ma sarà complicata per tutti: vediamo cosa succederà”.

Scritto da admin

Elias pronto a partire dalla quindicesima posizione

Ben Spies primo nel warm up ad Indianapolis