in

Nuova Ford Focus Wagon

Tempo di lettura: 3 minuti

La nuova Ford Focus debutta in Europa a inizio 2011. A esaltarne il carattere è la nuova interpretazione del segmento C secondo Ford, delineata in una gamma di tre versioni, 4 porte, 5 porte e Wagon, sviluppate con uno stile che sappia esprimere per ciascuna una personalità particolare. Esterni ed interni raccontano il fascino della nuova Focus attraverso l’evoluzione del Kinetic Design Ford scolpito nell’originalità del frontale, dei profili sinuosi e dell’alta linea di cintura ascendente verso il lunotto. In contemporanea all’Europa, la nuova Focus va in vendita anche in Nord America con le versioni berlina quattro porte e due volumi cinque porte.
 
Con una lunghezza di 4.358 mm, una larghezza di 1.823 mm e un’altezza di 1.484 mm, la nuova Focus 5 porte è più bassa di 16 mm, più lunga di 21 mm e più larga di 16 mm rispetto al modello attuale. Anche il passo, portato a 2.648 mm, è aumentato di 8 mm.
 
Il carattere della nuova Focus firma l’ulteriore evoluzione del Kinetic Design, il linguaggio stilistico di Ford. L’originalità del frontale, il profilo sinuoso, la linea di cintura ascendente e l’assetto sportivo sono i tratti della personalità che la rendono riconoscibile in ogni angolo del mondo. Tutti i modelli condividono il frontale con la rilettura della classica griglia trapezioidale Ford, ma ogni carrozzeria ha identità e stile caratteristici. Grazie allo scrupoloso affinamento del Kinetic Design è stata ulteriormente ridotta la resistenza aerodinamica. La nuova Focus 5 porte ottiene CD = 0,295 contro CD = 0,318 del modello precedente che significa una riduzione della resistenza aerodinamica pari al 7% con evidenti benefici in termini di consumi, impatto ambientale e rumorosità.

Per minimizzare la resistenza aerodinamica, ad esempio, la nuova Focus adotta un inedito pannello di chiusura attiva della griglia con cui controllare il flusso d’aria verso il sistema di raffreddamento. Con il pannello in posizione chiusa la minima resistenza aerodinamica consente un abbattimento delle emissioni di CO2 pari al 2%.

Punta di diamante tra le motorizzazioni benzina della nuova Focus è l’inedito EcoBoost da 1,6 litri, il prodotto più moderno tra i motori Ford globali pensati attorno ad una filosofia costruttiva chiara che porta a risultati concreti: cilindrata ridotta, grande efficienza, risparmio di carburante e basse emissioni di CO2.La nuova Focus disporrà del motore Ford EcoBoost 1,6 litri nelle due versioni da 150CV e 182CV, entrambe con la modalità “sovrapressione temporanea” che aumenta la coppia massima a 270Nm per circa 15 secondi durante i sorpassi o nelle forti accelerazioni.
Rispetto al precedente 2,0 litri a benzina da 145CV, il motore Ford EcoBoost da 182CV riduce il tempo di accelerazione 0-100 km/h da 9,2 a 7,9 secondi, mentre la disponibilità di spinta ai bassi regimi permette di accelerare da 50 a 100 km/h in 7,7 secondi anziché in 11,9 secondi. Consumi di carburante ed emissioni di CO2 mettono a segno una riduzione del 18% rispetto al precedente 2,0 litri. Nuova Focus con propulsore 1.6 EcoBoost da 182CV registra un consumo combinato di 6,0 litri/100 km ed emissioni di CO2 pari a 139 g/km.

I motori diesel Duratorq TDCi da 1,6 e 2,0 litri sono stati rinnovati con sistemi di iniezione common-rail a pressione più elevata e turbocompressori a geometria variabile più compatti e con minore inerzia. La gamma motori benzina della nuova Focus propone l’unità turbo Ford EcoBoost da 1,6 litri a iniezione diretta, ma anche il propulsore Ford Duratec Ti-VCT da 1,6 litri a 16 valvole, ulteriormente evoluto con la riduzione degli attriti interni.

Marco Lasala
Ultimi post di Marco Lasala (vedi tutto)

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Ben Spies arriva determinato in Francia

Simoncelli a Le Mans vuole vincere