Menu

La Superstars è di scena a Valencia

ll secondo appuntamento della International Superstars Series e della GTSprint International Series  in programma il prossimo fine settimana (7/8 maggio) sul circuito “Ricardo Tormo” di Valencia, è stato ufficialmente presentato questa mattina nella sala stampa dell’autodromo.
Alla presenza di Niurka Montalvo, assessore allo sport del Governo Autonomo di Valencia, e di Roberto Marazzi, in rappresentanza della Superstars, è stato introdotto l’evento di questo weekend. «Ritrovarci a Valencia è come stare a casa nostra. – ha dichiarato Marazzi – Non è la prima volta che la  Superstarsvi fa tappa e per noi tutti è un orgoglio tornare su questa pista». Alla conferenza stampa era presente anche il titolare dell’omonimo team Adrian Campos, assieme ai suoi due piloti Sergio Hernandez, lo scorso anno campione tra gli Indipendenti nel WTCC, e Isaac Tutumlu. Campos ha parlato del suo nuovo impegno nella  Superstars ed ha confermato il programma di avvicinamento dell’asso delle due ruote Sete Gibernau al campionato, in vista di un suo futuro debutto. Tradizione ed esperienza, a cui si aggiunge una grande determinazione ad inserirsi nel più breve tempo possibile nelle posizioni più avanzate della classifica, rendono avvincente la sfida della squadra che fa capo all’ex pilota di F.1, che sul tracciato di casa, sabato e domenica, schiererà le due BMW M3 E92 che aveva portato all’esordio in occasione del round inaugurale di Monza, alla fine di marzo.
Intanto, mancano pochissimi giorni per riaccendere i motori e cresce di conseguenza l’attesa per questo appuntamento “numero due”, dopo l’entusiasmante esordio stagionale sul velocissimo tracciato brianzolo. Quello offerto ai 28.000 spettatori presenti a Monza e agli appassionati che hanno seguito da casa, su Rai Sport 2, le gare del weekend, è stato ancora una volta uno spettacolo di grande valore sul piano agonistico (e non solo) che si rinnoverà a partire da venerdì.

In terra iberica, ancora una volta l’ International Superstars Series proporrà un confronto tecnico di elevato interesse anche per i palati più fini. In pista saranno rappresentati ben otto Costruttori (la Lexus guidata da Diego Romanini debutterà a Portimão) e si rivedrà al via la Maserati Quattroporte con il campione in carica FIA GT, Andrea Bertolini. Le BMW, da parte loro, cercheranno di trarre vantaggio da un circuito sicuramente più “guidato” rispetto a quello di Monza ed ovviamente, oltre al vincitore del titolo 2010 Thomas Biagi, a puntare al “top” con le vetture bavaresi del team ufficiale ci sarann o anche i suoi compagni di squadra Stefano Gabellini ed il giovanissimo Alberto Cerqui (18 anni), che alla sua prima esperienza nel campionato riservato alle berline da oltre 500 CV è riuscito a collezionare due significativi quarti posti.
A rendere tutto più interessante anche la presenza dello “squadrone” Mercedes. Cominciando dalle due C63 AMG del team Romeo Ferraris, che a Monza hanno ottenuto una sensazionale doppietta con Max Pigoli e la “lady” Michela Cerruti, rispettivamente nelle due gare disputate. Sul fronte delle vetture tedesche, intenzionato a mettersi nuovamente in evidenza è Luigi Ferrara, con la CAAL Racing.
A Valencia in cerca di una rivalsa ci sarà anche l’inglese Johnny Herbert, con un’altra Mercedes di Romeo Ferraris. Sempre sul fronte vetture completeranno lo schieramento Audi, Cadillac, Chevrolet, Chrysler e la Jaguar, subito a podio con Francesco Sini nel primo round.

Nella GTSprint è iniziata l’era delle Ferrari 458
Voltando pagina, uguale interesse è riposto nella GTSprint International Series. Nella classe GTS2 l’equipaggio della Vittoria Competizioni composto da Max Mugelli e Andrea Palma, vincitori di entrambe le gare che si sono disputate a Monza, saranno ancora al via con una Ferrari 430 in attesa di portare all’esordio il nuovo modello 458 che, invece, sarà al via della classe GTS3 con gli esperti Niki Cadei e Fabio Mancini. Il binomio della AF Corse è reduce da una doppia affermazione di classe.

A Valencia ci sarà anche un debutto eccellente, quello del Team Malucelli. Già squadra di riferimento nelle ultime stagioni del Ferrari Challenge, la compagine forlivese metterà una Ferrari 430 GTS Cup a disposizione del sammarinese Marco Galassi.
Proprio nella GTS Cup si preannuncia un confronto al vertice di grande interesse tra le “supercar” di Maranello e la Lamborghini Gallardo di Carlo Graziani (Mik Corse) che si era imposto a Monza in Gara 2. Ma a cogliere la prima affermazione era stato lo spagnolo Antonio De La Reina, con la Ferrari 430 della Kessel Racing intenzionato a ripetersi davanti al suo pubblico in coppia con il colombiano Steven Goldstein. A completare un “plateau” di tutto rispetto ci sarà anche nella GTS3 una Corvette Z06 R: quella della R.C. Motorsport, nuovamente affidata a Roberto Del Castello.

ReporTMotori TV

Newsletter