in

Secondo giorno di test sul circuito di Sepang: Pedrosa domina la sessione mattutina

Tempo di lettura: 2 minuti

Gran tempo dello spagnolo che bissa il risultato di ieri. Bene tutte le Honda e le Yamaha ufficiali con Spies secondo. Rossi ancora in difficoltà è 14º
Si abbassano i tempi già nella mattinata del secondo giorno di test malesi e, alle 14 ora locale, Dani Pedrosa si conferma, come ieri, il più rapido della sessione mattutina. Il suo tempo è già un buon riferimento: con 2’00.770 rifila poco più di 7 decimi al texano del team Yamaha Factory Ben Spies.
Bene Andrea Dovizioso (Repsol) che passa dall’ottava alla terza piazza rispetto alla classifica conclusiva di ieri, mentre il Campione del Mondo Jorge Lorenzo assesta il suo ritmo sui 2’01.4 alti. Ad inseguire da vicino lo spagnolo ci pensano Casey Stoner 5º con la Honda ufficiale e Àlvaro Bautista (Rizla Suzuki).
Colin Edwards (Monster Yamaha Tech3) è settimo con un ritardo dalla vetta inferiore al secondo, mentre a completare la top10 ci pensano i due piloti del team San Carlo Honda Gresini Marco Simoncelli e Hiroshi Aoyama (meno di un decimo tra l’italiano e lo spagnolo) e Nicky Hayden, primo volto Ducati della giornata.
L’americano numero 69 chiude in 2’02.379 accusando oltre 1.6 secondi da Pedrosa. Alle sue spalle un trio di piloti Ducati formato da Randy de Puniet (Pramac Racing), Hector Barberá (Aspar Team) e, più lontano, Valentino Rossi. L’italiano sembra accusare ancora molti problemi fisici e il suo ritardo dalla vetta è addirittura superiore ai 2 secondi.
Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech3), Loris Capirossi (Pramac Racing), Karel Abraham (Cardion AB) e Toni Elias completano la classifica fino a questo momento.

Fonte MotoGP.com – http://www.motogp.com

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Aznom personalizza l’Audi A1

Nuova telecamera on board per il mondiale SBK!