in

Lorenzo: “il bello dello sport, non si sa mai cosa può accadere”!

Tempo di lettura: 2 minuti

Campione del Mondo MotoGP alla relativamente tenera età di 23 anni, Jorge Lorenzo ha già soddisfatto una delle sue ambizioni della vita. Il pilota spagnolo ha conquistato una serie di record sulla strada per il titolo 2010, accumulando nove vittorie e un totale di 16 podi, e nell’allegata video-intervista parla approfonditamente di tutto ciò che ha raggiunto.
La prima delle vittorie di Lorenzo è arrivata nel secondo round, a Jerez, la sua prima vittoria nella classe regina sul terreno di casa che ha un significato speciale per lui. “Eravamo molto motivati quando siamo arrivati a Jerez, ma la gara non è iniziata nel migliore dei modi, visto che sono partito in quarta o quinta posizione. Ma poi, all’improvviso nella mia mente qualcosa è cambiato e ho iniziato ad andare molto più veloce, recuperando secondi sul leader. Avevo l’adrenalina alle stelle e volevo vincere a qualsiasi costo. Ho preso dei rischi e per fortuna è andata bene”, ha dichiarato Lorenzo.
Altri momenti notevoli guardando indietro durante il corso dell’anno, includono tre vittorie consecutive a Silverstone, Assen e Catalunya, quando Lorenzo davvero ha fatto vedere di essere un leader. “Dopo il secondo posto al Mugello ho vinto tre gare di fila e ho preso un grande vantaggio di punti. In questo momento sembravamo imbattibili, ma era solo questione di tempo prima che i nostri avversari ci raggiungessero. Non è stato facile mantenere la calma e avere pazienza e evitare di commettere errori. In alcuni settori le altre moto, soprattutto Honda, erano molto forti e in quelle gare l’unica cosa che potevo fare era salire sul podio, o arrivare quarto, ed è ciò che ho fatto “.
Il terzo posto al traguardo nel 15° round, a Sepang, è stato il momento in cui si è realizzato il sogno di Lorenzo, che ha spiegato: “Non pensavo che sarei stato nervoso a Sepang, ma quando il momento è arrivato lo ero più che mai. È stato difficile gestire la situazione. Nel momento in cui sono diventato Campione non ho sentito niente perché lo avevo immaginato tante volte, ma dopo poche ore ho cominciato a godere quell’attimo e sono diventato pienamente cosciente che ero Campione del Mondo. ”

Nel 2011 Lorenzo tenterà di difendere il suo titolo, una prodezza che è riuscito con successo a realizzare nella classe 250, e guardando avanti, ha concluso: “In termini di concentrazione e attenzione sarà difficile, ma penso che la mia mente sarà allo stesso livello, o questo è quello che cercherò di fare. Ottenere la stessa quantità di punti (383 – un nuovo record in MotoGP), lo stesso numero di vittorie, sarà molto difficile, naturalmente, ma non si sa mai. Potrebbe accadere di nuovo, o potrebbe essere un disastro di stagione. Questo è il bello dello sport: non si sa mai cosa può succedere!”

Fonte MotoGP.com – http://www.motogp.com

Marco Lasala
Ultimi post di Marco Lasala (vedi tutto)

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Due Maserati GranTurismo MC ufficiali alla 6 Ore di Vallelunga

Honda S2000 by Luca Romano