in ,

Pagani Huayra R – Una hypercar estrema

Pagani Huayra R è una hypercar estrema spinta da un motore V12 da 6 litri capace di una potenza di 800 cavalli a 8.250 giri al minuto

Tempo di lettura: 2 minuti

Pagani Huayra R non ha limiti

Rappresenta la più veloce ed estrema hypercar mai prodotta dalla Pagani Automobili, una vera e propria hypercar prodotta in soli 30 esemplari: la Pagani Huayra R ha dell’incredibile

Combina un alto livello tecnologico con quello aerodinamico, il tutto esibendo un look senza precedenti perché rappresenta appieno lo sviluppo tecnologico dell’atelier automobilistico modenese.

La Pagani Huayra R è un omaggio alle corse, alle più celebri competizioni degli anni ’60 e ’70

Pagani Huayra R

Prestazioni, tecnologia, arte, potenza, Horacio Pagani ammette la Porsche 917 è la sua preferita per forma e velocità.

Dall’esperienza della Zonda R nasce un’auto unica nel suo genere, progettata per emozionare.

Cuore di questa splendida hypercar è il suo motore, un potentissimo 12 cilindri, aspirato, da 6 litri, progettato da zero, il collaborazione con HWA AG, uno dei più leggeri ed efficienti mai creati e prodotti.

Ha una potenza di 850 cavalli a 8.250 giri al minuto ed una coppia massima di 750 Nm disponibile tra i 5.500 e gli 8.300 giri al minuto.

La Pagani Huayra R è stata creata per la pista con il motore che urla fino a 9.000 giri al minuto!

Potenza ma anche estrema leggerezza, perché al termine dei due anni di progettazione il risultato è stato incredibile: 1.050 kg

A supporto di tanta potenza la trasmissione vanta un cambio sequenziale a sei rapporti, realizzato sempre in collaborazione con HWA AG: presente una frizione da corsa a 3 dischi in metallo sinterizzato, con una corona dentata non sincronizzata: i temi di cambiata sono estremamente ridotti, il tutto a fronte di un peso di soli 80 kg!

E’ fissata saldamente alla monoscocca ed al motore, contribuendo così alla rigidità del telaio ed è in grado di sopportare carichi dinamicipesanti.

Altro componente fondamentale, sia dal punto di vista tecnico che emozionale è l’impianto di scarico, realizzato in lega Inconel 625/718 con tubi di un terzo dello spessore di quelli normalmente utilizzati nelle vetture stradali e rivestiti in ceramica per proteggere il vano motore e garantire una migliore dissipazione del calore.

La hypercar è dotata di silenziatori che possono essere montati secondo necessità assicurando così, che le emissioni sonore siano entro il limite FIA di 110 decibel.

Per quanto concerne il telaio, è realizzato utilizzando le più recenti tecnologie compatte come Carbo-Titanium HP62-G2 e Carbo-Triax HP62, una monoscocca che incorpora direttamente i sedili garantendo così la massima protezione.

Presente anche un roll-bar, per una sicurezza senza precedenti.

Come da tradizione, particolarmente curata è anche l’aerodinamica della Pagani Huayra R

La sua carrozzeria è stata progettata e sviluppata per garantire il massimo carico aerodinamico, con un obiettivo di sviluppo iniziale di 1000 kg di carico aerodinamico a 320 km/h ed un’altezza da terra che consente le massime performance possibili.

Presenti due nuove prese d’aria laterali nella parte anteriore per garantire la massima efficienza di raffreddamento per l’impianto frenante; nuova è anche la presa d’aria sul tetto con una pinna centrale integrata che garantisce la massima efficienza di aspirazione. Il fondo piatto in abbinamento all’estrattore aria posteriore ed all’alettone, contribuiscono a rendere questa super sportiva, incollata al suolo.

Sarà prodotta in soli 30 esemplari al prezzo di 2,6 milioni di euro (IVA esclusa)

THE PAGANI HUAYRA R

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Porsche Cayman GT4 by Manthey Racing

Porsche Cayman GT4 by Manthey Racing

Skoda Kushaq 2022

Skoda Kushaq 2022 – Il SUV pronto per il mercato indiano