in ,

Subaru Impreza WRX STI Special Edition

Subaru Impreza WRX STI Special Edition si rivolge agli appassionati delle alte prestazioni e non solo!

Tempo di lettura: 2 minuti

Subaru Impreza WRX STI Special Edition si rivolge agli appassionati delle alte prestazioni e non solo!

Era un modello che puntava sul massimo piacere di guida, esaltando le performance della già straordinaria STI, la Subaru Impreza WRX STI Special Edition ha tutte le carte in regola per essere tra le più emozionanti auto stradale con DNA racing.

Sospensioni modificate, ribassate, molle anteriori più rigide del 16% mentre quelle posteriori addirittura erano state indurite del 29%!

Subaru Impreza WRX STI Special Edition

Subaru Impreza WRX STI Special Edition è stata realizzata in un numero limitato di esemplari.

Solo 125 unità poteva sfoggiare la livrea Aspen White, impreziosita da cerchi in lega antracite a 14 razze, da 18 pollici e canale da 8,5J.

La Subaru Impreza WRX STI Special Edition è stata sviluppata dalla Subaru Tecnica International

Ma quali le sue peculiarità rispetto alla sorella WRX STI del 2010?

Prima di tutto i fari alogeni, l’impianto audio potenziato, il climatizzatore manuale in nuovo di quello automatico e le calotte specchi retrovisori in tinta.

Cuore di questa splendida nipponica era il suo motore, un quattro cilindri Boxer, capace di una potenza massima di 310 cavalli, dotato intercooler e cambio manuale a 6 rapporti, con differenti modalità di guida, selezionabili dal pilota.

Esteticamente la carrozzeria presentava passaruota allargati, un maxi spoiler posteriore sopra lunotto e un paraurti anteriore più sportivo ed aggressivo.

Sul cofano motore erano presenti delle prese d’aria, utili per il raffreddamento del potente motore.

La presenza del DCCD (Driver Controlled Center Differential), il Symmetrical All-Wheel Drive, era una prerogativa della STI e consentiva, oltre che il settaggio automatico, anche ben sei impostazioni differenti per il bloccaggio del differenziale centrale manuale.

La WRX STI era inoltre dotata di differenziali anteriori e posteriori a slittamento limitato.

Gli pneumatici sono dei Dunlop SP600 245 / 40R18, l’impianto frenante è firmato dalla Brembo e prevede quattro freni a disco ventilati Super Sport con ABS e ripartitore elettronico della frenata (EBD).

Gli airbag a tendina e gli airbag laterali anteriori erano di serie.

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Shelby Series 1 Design Prototype

Shelby Series 1 Design Prototype

BMW M5 Touring E61

BMW M5 Touring E61 – L’urlo del V10