Menu

Hyundai e Kia aumentano l’efficienza dei veicoli elettrici

Hyundai e Kia continuano a perfezionarsi!

Un upgrade che riguarda i rispettivi veicoli elettrici di nuova generazione ed è una delle numerose innovazioni dell’attuale generazione dei marchi Hyundai e Kia .

Hyundai Kona Electric

Lo sviluppo della tecnologia migliora anche l’efficienza energetica.

Uno sviluppo tecnologico costante per Hyundai e Kia

Dalla sua introduzione, nel 2014,  il sistema, composto da un compressore, un evaporatore e un condensatore,  cattura il calore residuo emesso dai componenti elettrici del veicolo, riciclando questa energia per riscaldare l’abitacolo in modo più efficiente.

Con il passare del tempo il sistema è stato perfezionato con test svolti in condizioni di  freddo estremo nella Svezia settentrionale e aver testato la tecnologia anche in queste situazioni  significa assicurare che la pompa è in grado di funzionare anche negli ambienti più freddi.

Test estremi per Hyundai e Kia

La tecnologia della pompa di calore di Hyundai e Kia ha fatto il suo debutto sei anni fa sulla Kia Soul EV di prima generazione e da allora è stata  ulteriormente sviluppata per i nuovi veicoli elettrici dei due brand.

Oggi immagazzina infatti molta più energia riciclando il calore residuo non solo dai moduli di potenza elettrica come  motori di azionamento, caricatore di bordo e inverter, ma anche dal pacco batteria e dal caricatore slow charging.

Il calore generato da questi componenti trasforma il refrigerante dalla forma liquida a quella gassosa.

Il gas ad alta pressione viene scaricato dal compressore e spostato in un condensatore per essere riconvertito in  liquido.

Questo processo genera energia termica aggiuntiva che viene recuperata dalla pompa di calore e utilizzata per riscaldare l’abitacolo.

L’energia catturata riduce al minimo il consumo della batteria e indirettamente si riduce il consumo di energia dei sistemi  riscaldamento, ventilazione e aria condizionata.

Doppia autonomia, benzina o elettrico per Hyundai e Kia

Questa nuova tecnologia permette ai più recenti veicoli elettrici Hyundai e Kia di offrire il doppio dell’autonomia e della capacità della batteria rispetto a quelli di prima generazione.

Ad esempio, la prima generazione di Soul EV offriva un’autonomia elettrica di circa 180 km con una singola carica del suo pacco batteria agli ioni di litio da 30 kWh.

La seconda generazione del modello, con una batteria da 64 kWh che occupa uno spazio simile al precedente, è in grado di percorrere fino a 386 km con una singola carica.

Ma le due Case automobilisti che non si sono fermate qui continuando a sviluppare altre innovazioni nella gestione del calore.

Nell’ambito del piano “Strategy 2025”, Hyundai mira a vendere  ogni anno 670.000 veicoli EV e FCEV  per essere uno dei primi tre produttori mondiali entro il 2025.

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter