in ,

Lamborghini Urus by HGP: un toro scatenato!

Tempo di lettura: 2 minuti

Lamborghini Urus è una hyper SUV!

Un’auto fuori dal comune che già in configurazione di serie non ha rivali, così la Lamborghini Urus cade nelle mani del tuner HGP raggiungendo limiti elevatissimi.

Lamborghini Urus by HGP

Il V8 biturbo si rivela così un motore capace di raggiungere potenze incredibili, ovviamente con le dovute modifiche.

Il tuner tedesco è intervenuto sulle turbine, portano la soglia di potenza massima a ben 960 cavalli con una coppia di 1.250 Nm.

Valori questi supportati tranquillamente dal 4 litri equipaggiato con doppio turbo-compressore che in partenza è dotato di una potenza di 650 cavalli e 850 Nm di coppia massima.

Stando ai dati dichiarati dal marchio del toro, la Urus brucia i 100 km/h con partenza da fermo in soli 3,6 secondi per una velocità massima pari a 305 km/h.

Con lo stage 2 della HGP, queste performance diventano ancora più incredibili: 0-100 km/h in soli 2,9 secondi per oltre 340 km/h di punta massima.

Oltre lo Stage 2 è disponibile anche un livello inferiore, che prevede un aggiornamento del software della centralina, la classica rimappatura ed un filtro aria ad hoc, per un totale di 792 cavalli e 1.020 Nm di coppia massima.

Oltre le performance descritte in precedenza, c’è un altro dato che lascia intendere di che pasta sia fatto questo toro indiavolato: nel classico quarto di miglio, la Lamborghini Urus by HGP impiega solo 10,54 secondi, un valore che… la accomuna alla poderosa Bugatti Veyron, se non fosse che quest’ultima ha 1.001 cavalli ed è spinta da un pazzesco W16 quadri-turbo!

POV-Style: 2020 HGP Lamborghini Urus 960+ hp | World´s fastest SUV? 🚀🔥

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Chevrolet Camaro 2SS MY 2020

Chevrolet Camaro MY2020: la belva americana!

Pontiac Firebird 1974

Una Pontiac Firebird del ’74 all’asta…