Menu

Hyundai Tucson 2.0 CRDi 48V 185 CV AT 4WD Exellence

Hyundai Tucson 2.0 CRDi 48V 185 CV AT 4WD Exellence

Si aggiorna nell’estetica, nei contenuti e nelle tecnologie, Tucson , il modello Hyundai più venduto in Europa, si propone al grande pubblico con un look inedito e con una sicurezza ai massimi livelli. 

Efficienza, ma anche affidabilità su strada ed in off-road, la nuova Hyundai Tucson è stata progettata e costruita in Europa per soddisfare le aspettative elevate dei clienti più esigenti. 

Questione di stile
Un aspetto che lascia trasparire le sue velleità sportive, un design rinnovato caratterizzato dalla Cascading Grille, con nuovi gruppi ottici a LED ed un paraurti anteriore totalmente rivisto e rialzato. 

Cerchi inediti, nuova piastra paramotore, gruppi ottici posteriori con paraurti e terminali di scarico ridisegnati, il SUV di casa Hyundai mira all’eccellenza grazie ad un restyling che conferma l’intenzione del marchio coreano di rendere la sua best in class più accattivante, allo scopo di continuarne il successo. 

Motorizzazione mild hybrid
Una grande novità in casa Hyundai, perché la Tucson oggetto del nostro test drive è spinta dal nuovo e potente diesel 2 litri da 185 cavalli, abbinato ad un inedito cambio automatico a 8 rapporti. Un propulsore che offre prestazioni interessati e che può contare su di una trazione integrale a controllo elettronico HTRAC, con blocco del differenziale e ripartizione equa della coppia motrice sui due assali. 

La presenza del sistema mild hybrid da 48 volt, ottimizza prestazioni e consumi, rendendo la nuova Hyundai Tucson una delle più avanzate ed interessanti SUV del mercato. 

Grazie alla presenza di una batteria agli ioni di litio da 0,44 kWh e 48 Volt, il sistema Mild Hybrid Starter Generator utilizza un convertitore LDC ed un invertitore per supportare il motore, con una spinta elettrica fino a 12 kW. 

La capacità di recuperare in frenata automaticamente energia, di supportare il motore a combustione scaricando la batteria per ridurre il carico in caso di accelerazione leggera, costituisce il vero plus di un sistema moderno ed autorigenerante. 

Secondo Hyundai, questo dispositivo riduce fino al 7% le emissioni di CO2, permettendo al tempo stesso un cospicuo risparmio di carburante. 

Tecnologicamente sicura
Massima sicurezza attiva e passiva grazie alla presenza di una serie di dispositivi che assistono ed aiutano il guidatore in ogni circostanza di marcia, dalla Frenata Autonoma di Emergenza con Riconoscimento Pedoni e veicoli, al Mantenimento della Corsia, dal Rilevatore dei Limiti di Velocità al Rilevamento Stanchezza Guidatore. 

Nel pacchetto Surround View Monitor, il sistema Hyundai utilizza le telecamera per fornire al conducente una visione a 360 gradi su tutto ciò che accade durante la retromarcia. 

Utilissima anche regolazione automatica dei fari e tergicristalli, lungo il nostro corposo test drive, la pioggia intensa ci ha permesso di apprezzare la massima visibilità offerta da questo utile dispositivo. 

Massima connettività
Interni riprogettati, diversi livelli di connettività disponibili, lo schermo touch screen da 8 pollici prevede il pieno supporto dell’Apple CarPlay ed Android Auto, con sistema di navigazione e mappe 3D. La Tucson oggetto del nostro test drive, era equipaggiata con impianto audio premium Kell (allestimento Excellence), per una qualità sonora di altissimo livello, con bassi profondi ed acuti puliti, un sistema degno di una vera ammiraglia.
Presente anche la ricarica wireless per smartphone (standard QI).

Prova su strada
Ha unomscatto invidiabile eppure si tratta pur sempre di un SUV, la nuova Hyundai Tucson con motorizzazione Diesel da 185 cavalli, mild hybrid, ha conferma lungo tutto il nostro long test drive , le ottime impressioni di guida riscontrate sin dai primi metri di test. 

Lunga 4,48 metri e con una massa di 1800 kg, la nuova Tucson è dotata di uno schema anteriore a ruote indipendenti tipo McPherson ed al posteriore un Multilink. 

Il sistema di trasmissione integrale ottimizza motricità e coppia sui due assali, così come la presenza del nuovo cambio automatico a 8 rapporti con convertitore di coppia, si dimostra perfetto per assecondare potenza e verve del due litri turbodiesel. 

Veloce e rapida negli inserimenti, in modalità Sport tutta la sportività della nuova Tucson traspare in una reattività del propulsore ancora più pronta ed in uno sterzo più duro e preciso. Ottima la tenuta di strada, la presenza delle quattro ruote motrici si fa sentire sopratutto nei curvoni veloci, dove si può contare sempre su di una trazione ottimale, così come a frenata, la presenza di un comparto freni più che adeguato garantisce spazi di arresto contenuti ed una efficace resistenza all’affaticamento, anche dopo ripetute frenate intense. 

La nuova Hyundai Tucson conferma tutti i punti di forza del modello precedente, aggiungendo quella giuste dose tecnologica che in un SUV che vuole conquistare nuovamente l’Europa, oramai è indispensabile. 

Marco Lasala
marco.lasala@reportmotori.it

ReporTMotori TV

Newsletter