Menu

Sergio Marchionne lascia FCA per condizioni di salute

sergio marchionneSarà Mike Manley , il nuovo amministratore delegato di FCA ,  dopo un consiglio di amministrazione convocato d’urgenza, si è delineata la nuova e futura guida di Fiat Chrysler Automobiles e della Ferrari , con Luis Camilleri nuovo AD. 

John Elkann il nuovo Presidente di Ferrari: dopo 14 anni di Sergio Marchionne lascia così, per gravi condizioni di salute, il suo ruolo di amministratore delegato. 

Un’autentica rivoluzionem Sergio Marchionne è stato l’autore della rinascita del gruppo FCA. 

Comunicato ufficiale FCA

In riferimento alle condizioni di salute di Sergio Marchionne , Fiat Chrysler Automobiles N.V. (“FCA”) (NYSE: FCAU / MTA: FCA) comunica con profonda tristezza che in settimana sono sopraggiunte complicazioni inattese durante la convalescenza post-operatoria del Dr. Marchionne , aggravatesi ulteriormente nelle ultime ore.
Per questi motivi il Dr. Marchionne non potrà riprendere la sua attività lavorativa.
Il Consiglio di Amministrazione di Fiat Chrysler Automobiles , riunitosi in data odierna, ha espresso innanzitutto la sua vicinanza a Sergio Marchionne e alla sua famiglia sottolineando lo straordinario contributo umano e professionale che ha dato alla Società in questi anni.
Il Consiglio ha deciso di accelerare il processo di transizione per la carica di CEO in atto ormai da mesi e ha nominato Mike Manley Amministratore Delegato. Il Consiglio proporrà quindi alla prossima Assemblea degli Azionisti, che sarà convocata nei prossimi giorni, che Manley sia eletto nel Consiglio in qualità di amministratore esecutivo della Società.
Nel frattempo, al fine di garantire pieni poteri e continuità all’operatività aziendale, Manley ha ricevuto dal Consiglio stesso le deleghe ad operare immediatamente come CEO. Manley assumerà anche la responsabilità dell’Area Nafta.
Manley e la squadra di management lavoreranno alla realizzazione del piano di sviluppo 2018-2022 presentato a Balocco il 1 giugno scorso, che assicurerà a Fiat Chrysler Automobiles un futuro sempre più forte e indipendente.

ReporTMotori TV

Newsletter