Menu

Un V12 Turbo per la cattivissima Aston Martin DBS Superleggera

Aston Martin DBS SuperleggeraDall’Inghilterra arriva una supercar di quelle da far impallidire le sportivissime italiane e tedesche, perché la nuova Aston Martin DBS Superleggera promette di far sul serio, non solo sulla carta.

Monta un V12 potenziato in grado, secondo le ultime indiscrezioni, di superare abbondantemente quota 710 cavalli, con una coppia superiore ai 660 Nm, valori questi che potrebbero proiettare la Aston Martin DBS Superleggera a velocità incredibili con uno 0-100 intorno ai 3 secondi netti.

Esteticamente il tradizionale muso del marchio britannico è stato impreziosito da una griglia a nido d’ape, probabilmente elemento che più che una valida funzione estetica ha il doveroso compito di raffreddare il potente V12 turbo.

Anche il cofano motore è ricco di cattiveria con due grosse prese d’aria in prossimità delle gobbe.

Sui passaruota troviamo degli sfoghi d’aria, mentre al posteriore, il pronunciato passaruota dona ancora più cattiveria ad un retro semplice, dominato dai quattro voluminosi terminali di scarico.

La Aston Martin DBS Superleggera sfida apertamente la Ferrari 812 Superfast, la BMW M8 Sport Coupé e la Mercedes-AMG GT4

a cura di Marco Lasala 
marco.lasala@reportmotori.it

ReporTMotori TV

Newsletter