in

Triumph Rocket Streamliner

Tempo di lettura: 2 minuti

Triumph Rocket StreamlinerTriumph, icona del motociclismo inglese, ha tutte le intenzioni di abbattere il record di velocità su terra mai raggiunto da una motocicletta, che attualmente è di 605.697 Km/h.

E ad Agosto la casa di Hinckley proverà a superare questo limite, confermando la propria passione per la velocità e la dimestichezza con i primati mondiali.

Il Triumph Rocket Streamliner è un mezzo da ben 1.000 CV di potenza, alla cui guida ci sarà il pilota del TT dell’Isola di Man, nonché meccanico di camion e presentatore TV, Guy Martin. Famoso per il suo spirito ribelle e per le sue sfide ai limiti della velocità, Guy cercherà di riportare in casa Triumph l’ambito titolo, dopo un’assenza di ben 45 anni.

Triumph ha una lunga tradizione in tema di record di velocità su terra, conservando il titolo di “World’s Fastest Motorcycle” dal 1955 al 1970, con la sola eccezione di 33 giorni. Protagonisti di questi incredibili successi del passato sono stati gli streamliner Triumph Texas Cee-gar della Devil’s Arrow, il Dudek Streamliner e il Gyronaut X1, il primo a raggiungere la velocità di 395.28 Km/h.

Il progresso ingegneristico e la moderna tecnologia hanno alzato sempre di più l’asticella, fino a raggiungere l’attuale record di 605.597 Km/h fatto registrare nel 2010 dallo streamliner Oil-Ack Attack.

Lo streamliner Triumph del 2015 è una motocicletta lunga 7,77 metri, larga appena 60 cm e alta 91 cm, progettata appositamente per tentare di superare il record di velocità su terra nella divisione C della categoria FIM. Un “missile” composto da una monoscocca in carbon Kevlar e dotato di due motori turbocompressi alimentati a metanolo, derivati dalla dotazione di serie della Triumph Rocket III, in grado di generare una potenza complessiva di 1.000 CV a 9.000 giri.

Gli ultimi test si terranno a metà Luglio sulla piana salata (Salt Flats) di Bonneville, lo stesso tracciato dove dal 24 al 27 Agosto 2015 Triumph proverà a scrivere nuovamente la storia del motociclismo.

La piana, grazie alla sua particolare composizione salina che riduce notevolmente l’attrito, è luogo di ritrovo di culto per tantissimi amanti della velocità.
Le Salt Flats si trovano a Bonneville, nello Utah, località da cui prende il nome l’iconica Triumph Bonneville, in onore del primo record di velocità fatto registrare da Johnny Allen, nel 1955, con una velocità di 311,76 Km/h.

La prima Bonneville della storia fu svelata all’Earls Court Bike Show e fu commercializzata nel 1959.

Scritto da admin

Renault ZOE

Nuova autonomia per la Renault ZOE

Aggiornamenti per le BMW Motorrad