Menu

Nuova BMW 518d e 520d

BMW 520d

BMW continua il suo viaggio verso la tecnologia e l’efficienza dei suoi propulsori, le nuove 520d e 518d mostrano uno straordinario progresso verso il futuro.

Minori consumi, più potenza e minori emissioni: le nuove BMW Serie 5 sono la dimostrazione di quanto la casa automobilistica tedesca creda nel rispetto dell’ambiente.

Il duemila turobdiesel sale di potenza a 190cv, con un consumo nel ciclo combinato estremamente ridotto, così come l’emissione di CO2.

Sicuramente non è il suo unico punto forte ma si tratta indubbiamente di una delle caratteristiche di maggiore successo della BMW Serie 5: la sua eccellente efficienza che ha contribuito in modo decisivo al suo status di best-seller mondiale nel segmento premium della classe automobilistica medio/alta. Adesso, la BMW Serie 5 berlina e la BMW Serie 5 Touring rafforzano nuovamente il loro vantaggio in questo campo.

Con il lancio della nuova generazione di motori quattro cilindri diesel è stata ulteriormente ottimizzata la relazione già incredibilmente favorevole tra valori prestazionali e di consumo di carburante. I nuovi propulsori da 2.000 cc equipaggiati con tecnologia BMW TwinPower Turbo assicurano alla nuova BMW 518d e alla nuova BMW 520d una potenza incrementata di rispettivamente 5 kW. Contemporaneamente, il consumo di carburante e le emissioni di CO2 nel ciclo di prova UE calano fino a rispettivamente 0,4 litri per 100 chilometri e 10 grammi per chilometro.

La nuova BMW 520d berlina con motore di 140 kW/190 CV si accontenta per esempio di 4,3 – 4,7 litri per 100 chilometri (emissioni di CO2: 114 – 124 g/km) e, in combinazione con il cambio Steptronic a 8 rapporti, sono addirittura solo 4,1 – 4,5 litri (109 – 119 g/km; i valori dipendono dalla misura dei pneumatici selezionata).

I nuovi modelli d’ingresso BMW 518d berlina e BMW 518d Touring sono dotati adesso di una potenza di 110 kW/150 CV e di una coppia massima di 360 Newtonmetri. La variante da 140 kW/190 CV del nuovo propulsore quattro cilindri, montata nella BMW 520d berlina e nella BMW 520d Touring e nei modelli equipaggiati con la trazione integrale intelligente BMW 520d xDrive berlina e BMW 520d xDrive Touring, eroga una coppia massima incrementata di 20 a 400 Newtonmetri. Il cambio Steptronic a 8 rapporti, anch’esso ottimizzato, viene offerto come optional per i modelli a trazione posteriore in alternativa al cambio manuale di serie a 6 rapporti. Nei modelli a trazione integrale esso è parte dell’equipaggiamento di serie.

La nuova riduzione nel campo dei consumi è un’ulteriore conferma dell’efficienza del lavoro di sviluppo costante, svolto nell’ambito di BMW EfficientDynamics, con l’obiettivo di ottimizzare i motori a combustione interna e altri componenti. Grazie ad ampi interventi della tecnologia BMW EfficientDynamics, l’attuale sesta generazione della BMW Serie 5 ha definito sin dal momento di lancio i parametri di riferimento di guida economica e di piacere di guidare nel segmento di appartenenza, attraverso la tecnologia BMW TwinPower Turbo, il cambio Steptronic a 8 rapporti, il servosterzo elettromeccanico, la Brake Energy Regeneration e numerose altre misure.

La risultante efficienza esemplare sottolinea il carattere innovativo della BMW Serie 5, analogamente al design sportivo ed elegante, caratterizzato da linee marcate, funzionalità moderna degli interni con innovativi elementi di visualizzazione e di comando, nonché sistemi di assistenza del guidatore di BMW ConnectedDrive e superiorità della tecnica di assetto. Ulteriori innovazioni, come il modo ECO PRO e la funzione Auto start/stop, utilizzabile anche in combinazione con il cambio automatico, contribuiscono nel frattempo a rafforzare con coerenza la posizione eccezionale della BMW Serie 5.

Nuova generazione di motori, nuovi primati di efficienza
Adesso, con il lancio dei nuovi motori quattro cilindri diesel avviene il passo successivo. I propulsori sono stati sviluppati sulla base del nuovo sistema modulare di motori del BMW Group e offrono il massimo livello della tecnologia BMW TwinPower Turbo. Essi sono dotati di basamento in alluminio con canne riportate per ridurre i valori di attrito interno e di alberi di equilibratura integrati, nonché di sistemi di sovralimentazione a rendimento ottimizzato con geometria variabile al lato di aspirazione e sistemi d’iniezione Common-rail ottimizzati. Il risultante aumento di potenza, di erogazione lineare di forza e di briosità non viene accompagnato solo dalla riduzione del peso di due chilogrammi rispetto ai motori precedenti: infatti, sono stati realizzati dei progressi anche nel campo del comfort acustico.

L’efficienza dei turbocompressori è stata incrementata da nuovi cuscinetti a rotolamento e da un sistema di ricircolo dei gas di scarico particolarmente efficiente e controllabile in base al fabbisogno. Gli scambiatori di calore per il flusso dei gas di scarico, sviluppati ex novo, si distinguono per una costruzione compatta e un effetto di raffreddamento ottimizzato che consente di ridurre con precisione le temperature massime di combustione. Un’ulteriore particolarità è la valvola bypass a depressione commutabile, così da convogliare una quota superiore di gas di scarico non raffreddati durante la fase di riscaldamento del motore.

I nuovi iniettori elettromagnetici del sistema d’iniezione diretta Common-rail assicurano una maggiore precisione nel dosaggio del carburante. Essi hanno consentito di aumentare la pressione d’iniezione fino a 2.000 bar, la premessa per una combustione particolarmente parsimoniosa e contemporaneamente pulita.

Inoltre, è stata ottimizzata la termodinamica del motore di base, analogamente al comportamento di avviamento dei propulsori diesel durante l’uso della funzione Auto start/stop. Ma non è tutto: i nuovi motori quattro cilindri diesel sono equipaggiati con pompe dell’olio regolate dalla mappatura. Le nuove pompe centrifughe variabili consentono la regolazione continua del volume dell’olio, e così della pressione dell’olio, in dipendenza dello stato di esercizio momentaneo del motore. In questo modo cala notevolmente il fabbisogno energetico delle pompe dell’olio, così che, analogamente a tutti i gruppi secondari controllati in base al fabbisogno, una quota superiore della potenza motore può venire utilizzata per la propulsione della vettura.

Maggiore piacere di guidare, meno consumi: guadagno di 0,2 secondi nell’accelerazione da 0 100 km/h, risparmio fino a 0,4 litri per 100 chilometri
I nuovi quattro cilindri diesel raggiungono la loro potenza di picco di 110 kW/150 CV e rispettivamente 140 kW/190 CV a un regime motore di 4.000 g/min. La loro coppia massima di 360 e rispettivamente 400 Newtonmetri è richiamabile tra i 1.750 e 2.500 g/min. L’incremento di potenza e di elasticità ha un forte impatto sulla caratteristiche di guida sportiva dei modelli BMW 518d, BMW 520d e BMW 520d xDrive. Nel confronto con rispettivi predecessori, tutte le varianti di modello, sia nella versione berlina che Touring, assolvono l’accelerazione standard da 0 a 100 km/h in un tempo ridotto di 0,2 secondi. In combinazione con il nuovo cambio manuale di serie a 6 rapporti, i nuovi valori di accelerazione sono di 9,5 secondi per la BMW 518d berlina (BMW 518d Touring: 9,9 secondi), 7,9 secondi per la BMW 520d berlina (BMW 520d Touring: 8,1 secondi) e 7,9 secondi per la BMW 520d xDrive berlina (BMW 520d xDrive Touring: 8,2 secondi).

Parallelamente all’ottimizzazione dell’erogazione di potenza, il progresso realizzato a livello di efficienza si riflette nei valori di consumo di carburante e delle emissioni, unici nel segmento premium della classe automobilistica medio/alta. Il consumo di carburante nel ciclo combinato della nuova BMW 518d berlina cala a 4,3 – 4,7 litri per 100 chilometri (BMW 518d Touring: 4,7 – 5,0 litri). Le emissioni di CO2 sono adesso di 114 – 124 grammi (122 – 132 grammi) per chilometro. Quasi identici sono i valori della nuova BMW 520d berlina e della nuova BMW 520d Touring. Nella berlina sono di 4,3 – 4,7 litri per 100 chilometri e di 114 – 124 grammi per chilometro e nel modello Touring di 4,6 – 5,0 litri per 100 chilometri e di 122 – 132 grammi per chilometro (valori del ciclo di prova UE, a seconda della misura dei pneumatici selezionata).

Cambio Steptronic a 8 rapporti perfezionato: rendimento ottimizzato, comfort superiore, dinamismo potenziato
Un ulteriore elemento comune delle nuove motorizzazioni diesel della BMW Serie 5 è l’impatto positivo del cambio Steptronic a 8 rapporti sulle prestazioni di guida e il consumo di carburante. Nella sua ultima versione, il cambio automatico è stato tarato con la massima precisione in base alle caratteristiche prestazionali dei propulsori dell’ultima generazione.

I modelli BMW 520d xDrive berlina e BMW 520d xDrive Touring, equipaggiati di serie con il cambio Steptronic a 8 rapporti, marcano dei valori di accelerazione di 7,9 e 8,2 secondi. Anche i nuovi primati di consumo di carburante e delle emissioni nella classe automobilistica medio/alta sono stati realizzati con il cambio Steptronic a 8 rapporti. Nella nuova BMW 518d berlina sono di 4,2 – 4,6 litri per 100 chilometri e di 110 – 120 grammi per chilometro (BMW 518d Touring: 4,5 – 4,9 litri, 118 – 128 g/km). La nuova BMW 520d berlina raggiunge addirittura 4,1 – 4,5 litri per 100 chilometri e 109 – 119 grammi per chilometro (BMW 520d Touring: 4,5 – 4,9 litri, 118 – 128 g/km).

Il consumo nel ciclo combinato della nuova BMW 520d xDrive berlina è di 4,7 – 5,1 litri per 100 chilometri (BMW 520d xDrive Touring: 5,1 – 5,4 litri), le emissioni di CO2 sono di 124 – 134 grammi (berlina) e 133 – 143 grammi per chilometro (modello Touring; tutti i valori nel ciclo di prova UE, a seconda della misura dei pneumatici selezionata).

Grazie alle attuali innovazioni nel settore della propulsione, la BMW Serie 5 sottolinea nuovamente il proprio ruolo d’innovatore all’interno della gamma di modelli del brand. Analogamente all’ottimizzazione continua nei settori equipaggiamenti di comfort, funzionalità e collegamento intelligente in rete con i sistemi di assistenza del guidatore e i servizi di mobilità di BMW ConnectedDrive, i recenti progressi raggiunti nell’ambito di BMW EfficientDynamics contribuiscono a rappresentare l’ultimo stato della tecnica. La BMW Serie 5 offrirà così anche in futuro le premesse ideali per aumentare nuovamente la propria popolarità e assicurarsi la posizione di leader di mercato nel segmento premium della classe automobilistica medio/alta. Già oggi la storia di successo della BMW Serie 5, che dal 1972 non è stata mai interrotta, ha conquistato un primato.

Grazie a oltre 1,5 milioni di esemplari venduti, l’attuale BMW Serie 5 ha già superato la generazione precedente che aveva marcato il maggiore successo in assoluto.

 

ReporTMotori TV

Newsletter