in

Bridgestone fa il punto della situazione sul Qatar

Tempo di lettura: 2 minuti

Marc MarquezBridgestone per la gara del Qatar ha messo a disposizione le mescole slick messe per la gara di domenica ( erano due all’anteriore, Medium e Hard) e tre al posteriore (con l’aggiunta della Soft).

Piú nello specifico la Bridgestone , per i piloti della classe “Open” , rendeva disponibili come scelta per il posteriore pneumatici morbidi o medi, mentre per le Factory l’opzione ‘morbida’ non ea contemplata.

La temperatura della pista in occasione della gara è stata la più fredda registrata in tutto il weekend, con un picco max di soli 20°C, con un alto tasso di umidità. Nel dopo gara molti piloti hanno riferito che i livelli di grip erano inferiori a quelli della sessione di Warm Up di quattro ore prima.

Sebbene le condizioni fossero piuttosto fredde dunque, due piloti hanno optato per le slick morbide all’anteriore, con il resto della griglia che invece ha preferito affidarsi alla mescola dura.

Il vincitore della gara inaugurale Marc Marquez ha corso col la dura posteriore, mentre la mescola media è stata di gran lunga la scelta popolare tra i piloti (ben 15 ha corso con questa opzione). Sette degli 11 concorrenti ‘Open’ invece si sono cimentati con la morbida.

Shinji Aoki, direttore del Motorsport Tyre Development Department di Bridgestone ha dichiarato: “Con la partenza della gara alle 22:00 abbiamo avuto condizioni fredde ed umide e ascoltando il feedback dei piloti dopo la gara, sembrava che questo il grip si fosse ridotto rispetto al Warm Up.”

“Come prevedavamo, c’è stato una strovlgimento nelle strategie die gara, e tutte le combinazioni tra opzioni che sono stae portate qui un Qatar sono state utilizzate. Sono felice di vedere Marc così competitivo con la posteriore dura, ma noi abbiamo fatto un grande sviluppo su questa opzione giá alla fine dell’anno scorso ed il risultato in gara ha dimostrato la sua validitá.”

Fonte MotoGP.com – http://www.motogp.com

Scritto da admin

Yamaha XJR1300 Keino

Nuova Mazda3