in

BMW R 1200 GS Adventure

Tempo di lettura: 4 minuti

BMW R 1200 GS AdventureBMW R 1200 GS Adventure BMW Motorrad dà seguito alla storia di successo dei grandi modelli GS con motore Boxer. Nel 2005, BMW Motorrad, il produttore di enduro da viaggio di grossa cilindrata di maggiore successo del mondo, ha posizionato sul mercato la grande GS Adventure come modello top di gamma per affrontare viaggi in terre lontane.

La BMW R 1200 GS Adventure accompagna il motociclista avventuriero negli angoli più remoti del mondo e non si arrende nemmeno quando gli altri si sono rassegnati a tornare indietro.

La BMW R 1200 GS Adventure come partner di viaggi e spedizioni
La nuova R 1200 GS Adventure porta avanti questa tradizione. Partendo dal carattere dinamico e dall’elevata competenza della R 1200 GS nella guida fuoristrada e di turismo, la R 1200 GS Adventure si posiziona come la nuova soluzione top di gamma per piloti da turismo con un debole per la guida off-road, per globe-trotter e per gli enduristi che amano viaggiare.

La nuova BMW R 1200 GS Adventure si affida al caratteristico Boxer della R 1200 GS raffreddato ad aria ed acqua, dalla cilindrata di 1170 cm³ e la potenza di 92 kW (125 CV), disponibile a 7750 g/min. La peculiarità principale del propulsore sviluppato ex novo per la R 1200 GS e introdotto l’anno scorso è il raffreddamento di precisione in cui l’olio è stato sostituito dall’acqua come liquido criogeno. Un’altra novità è costituita dal flusso verticale del liquido di raffreddamento attraverso il motore che offre un maggiore rendimento e dal cambio a sei rapporti con frizione a bagno d’olio integrata nel basamento del motore. Per migliorare ulteriormente la guidabilità della nuova R 1200 GS Adventure, soprattutto sullo sterrato, il propulsore è stato dotato di 950 grammi di massa volanica supplementare e di un ulteriore smorzatore di vibrazioni nella catena cinematica.

Concetto, tecnica ed equipaggiamenti per la massima idoneità ad affrontare viaggi in terre lontane
Nel segmento delle grandi enduro da viaggio la grande BMW GS Adventure viene considerata un punto di riferimento assoluto e rappresenta la prima scelta per il globe-trotter che parte per mete lontane e raggiunge gli angoli più remoti della nostra terra. Indipendentemente se si tratta di percorrere strade asfaltate, sentieri di pietrisco o sterrati, la grande GS Adventure porta i suoi occupanti in modo affidabile alla meta. Per BMW Motorrad l’impegno e l’obiettivo era di perfezionare la nuova R 1200 GS Adventure da tutti i punti di vista.

Analogamente alla BMW R 1200 GS, anche il modello Adventure punta sul robusto telaio in acciaio a doppia trave ad elevata resistenza torsionale. La maggiore autonomia viene assicurata dal volume del serbatoio incrementato (30 litri; +10 litri rispetto alla R 1200 GS). Inoltre, il serbatoio è realizzato in leggero alluminio. Già nella versione di serie la R 1200 GS Adventure è equipaggiata con ABS, Controllo automatico della stabilità ASC (Automatic Stability Control) e le due modalità di guida “Rain” e “Road” che consentono di adattare le caratteristiche della moto a quasi tutte le condizioni stradali. Questo amplia notevolmente il campo di utilizzo della nuova R 1200 GS Adventure, offrendo contemporaneamente un netto aumento di sicurezza, soprattutto su fondi scivolosi.

L’optional “Modalità di guida Pro” consente di ordinare tre modalità di guida supplementari che mettono a disposizione le opzioni “Enduro ABS” ed “Enduro ASC” per l’esercizio fuoristrada. Grazie alle tre modalità di guida supplementari “Dynamic”, “Enduro” ed “Enduro Pro” (attivabile con una spina di codificazione), il pilota può adattare le tarature dell’ASC, dell’ABS e, qualora disponibile, anche delle sospensioni semiattive Dynamic ESA (Electronic Suspension Adjustment) in base alle particolarità dell’esercizio off-road.

La nuova BMW R 1200 GS Adventure sottolinea la propria idoneità ad affrontare viaggi in tutto il mondo e la propria competenza superiore nel segmento off-road sia attraverso il design più maschile della carenatura che attraverso un settaggio nuovo della ciclistica con un’escursione cresciuta di 20 millimetri; inoltre, la maggiore altezza da terra e una geometria modificata del braccio longitudinale migliorano ulteriormente la maneggevolezza della moto. Il parabrezza più grande, regolabile confortevolmente con l’apposito volantino, i deflettori supplementari (“flap”) e i paramani migliorano sensibilmente la protezione contro il vento e le intemperie. Le larghe pedane enduro, i pedali rinforzati e le sezioni della carenatura disegnate completamente ex novo completano l’immagine della nuova R 1200 GS Adventure.

Highlight della nuova BMW R 1200 GS Adventure:

  • applicazione del versatile concetto della R 1200 GS con potente e caratteristico motore bicilindrico Boxer e ciclistica agile, accompagnata da un incremento della competenza nel campo off-road e dell’idoneità ad affrontare viaggi in terre lontane.
  • Aumento della massa volanica del motore e smorzatore di vibrazioni supplementare per una maggiore duttilità e una migliore guidabilità.
  • Escursione anteriore e posteriore allungate di 20 millimetri rispetto alla R 1200 GS.
  • Aumento dell’altezza da terra di 10 millimetri rispetto al modello precedente.
  • Geometria modificata del braccio longitudinale per migliorare ulteriormente la maneggevolezza.
  • Sezioni della carenatura disegnate completamente ex novo in uno stile decisamente robusto e maschile, tipico della GS Adventure.
  • Volume del serbatoio di 30 litri e autonomia comparabile a quella del modello precedente.
  • ABS, ASC e due modalità di guida di serie.
  • Tre modalità di guida supplementari fornibili come optional.
  • Sospensioni semiattive Dynamic ESA (Electronic Suspension Adjustment) come optional.
  • Sella più confortevole, regolabile in inclinazione.
  • Grande parabrezza regolabile e deflettori (“flap”).
  • Larghe pedane enduro.
  • Comandi a pedale regolabili e rinforzati.
  • Robuste staffe paramotore e paraserbatoio.
  • Ampia offerta di accessori originali e di optional.

Scritto da admin

Tom Sykes vince anche la gara 2 a Magny Cours

Diesel Challange