in

Loris Baz vince in gara2 a Silverstone

Tempo di lettura: 2 minuti

Loris BazLoris Baz (Kawasaki Racing Team), dopo un’epica battaglia, ha vinto una delle migliori gare disputatesi finora in Campionato ed è tornato sul primo gradino del podio proprio sul tracciato che lo ha visto conquistare la sua prima vittoria in WSBK lo scorso anno (gara 1).

Il francese era al comando nell’ultimo giro, quando la gara è stata interrotta da una bandiera rossa per la caduta di due piloti alla curva Stowe. Uno dei due era Jules Cluzel, secondo in quel momento: il francese del Team FIXI Crescent Suzuki è riuscito a risalire in moto e rientrare entro il tempo previsto dal regolamento per convalidare la sua posizione all’arrivo, regalandosi il primo podio in WSBK e il miglior risultato assoluto per il Team, che oggi può finalmente festeggiare – non solo per il compleanno di Leon Camier.

Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) completa il podio, davanti a Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) and Leon Camier (FIXI Crescent Suzuki), che era stato al comando, fino a quando non si è trovato a perdere posizioni in un’altra accesissima battaglia a sette.

Sylvain Guintoli (Apriila Racing Team) ha concluso sesto, davanti all’inseguitore Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), mantenendo così un distacco di 13 punti.

Con un grosso gap, dopo il britannico troviamo i primi italiani, Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare), ottavo davanti a Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet), oggi non in giornata sul tracciato inglese. Michel Fabrizio (Red Devils Roma Aprilia) ha chiuso undicesimo, migliorando leggermente la prestazione della gara precedente.

Costretti al ritiro Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet), mentre era in lotta nel gruppo di testa con un ottimo passo e Leon Haslam (Pata Honda World Superbike), l’altro pilota caduto alla Stowe con un high-side, rimediando una bella botta alla gamba destra – fortunatamente, non quella già dolorante.

Fonte WorldSBK.com – http://www.worldsbk.com

Scritto da admin

Rea vince in gara 1 a Silverstone

Pol Espargaro in Yamaha MotoGP