in

Audi A1 1.6 TDI

Audi A1Audi A1, una novità in casa Audi; il primo impatto spesso è quello che conta e così è accaduto quando ci siamo trovati davanti alla nuova Audi A1, una “piccola” due volumi, che incarna il tipico family feeling del marchio dei quattro anelli: solida, austera, elegante ma al tempo stesso sportiva, trasmette sicurezza per via di quell’aria massiccia, sembra quasi che inviti nel suo abitacolo con quel suo fare sicuro nel trasmettere serenità e gioia di guida.

E così l’ Audi A1 ha catturato la nostra attenzione, la nostra curiosità nel capire come una vettura dalle dimensioni ridotte riuscisse a trasmettere tanta voglia di viaggiare in spensieratezza.

Avvolge, affascina e non provoca, accoglie nella sua estrema semplicità, dove tutto è a portata di mano e nulla viene esibito per il gusto di esserci: ciò che l’Audi A1 rappresenta è la sostanza che fugge dall’apparenza. Si acquista qualità, valore nel tempo, eleganza di un marchio che pur stando sempre al passo con i tempi (vedi le luci a Led dei fari ) non cade nel provocatorio, non attira le attenzioni per quella sua voglia di esibizionismo. L’ Audi A1 può piacere o meno, il gusto fa parte di un qualcosa estremamente soggettivo, ma quando conquista gli animi, resta per molto tempo perchè trasmette realmente ciò di cui è fatta: tanta qualità nei materiali, alta sicurezza attiva e passiva ed una sobrietà che piacerà a chi ama l’eleganza discreta.

La versione da noi provata è la 1,6 litri TDI, un motore molto parco nei consumi, complice anche una potenza non esuberante (105 cv), che si sposa alla perfezione con le caratteristiche stradali e dinamiche della Audi A1.
Il motore, silenzioso anche a freddo, dispone di una corposa coppia motrice (28kgm), che abbinato ad un cambio a cinque marce, assicura disimpegni e sorpassi rapidi, anche semplicemente affondando il pedale dell’acceleratore.
La tenuta di strada è sempre di ottimo livello, l’appoggio sulle ruote esterne in curva è rassicurante, così come il rollio molto limitato.
Lo sterzo è diretto, duro, preciso nell’impostare la traiettoria, complice anche la gommatura generosa presente sul nostro esemplare in prova, che montava pneumatici 215/45 da 17 pollici.
L’abitacolo è semplice ma al tempo stesso elegante, lo schermo del sistema multimediale Audi, denominato MMI, è ben visibile a dispetto dell’impianto di climatizzazione posto troppo in basso, posizione che costringe a distogliere lo sguardo dalla strada in caso di regolazione dei flussi d’aria.
Ottima la strumentazione con i classici quadranti di grandi dimensioni, separati da un display multifunzioni che riporta tutte le informazioni necessarie: dalla stazione radio, alle info del computer di bordo, indicando all’occorrenza anche eventuali sistemi multimediali esterni collegati via Bluetooth.
Una vettura ottimamente realizzata, con un abitacolo ben insonorizzato ed una qualità degli interni e delle lamiere tipicamente Audi. Se badate alla sostanza e desiderate acquistare un auto dalle ridotte dimensioni beh prendete in considerazione l’Audi A1 e non ve ne pentirete: parola di ReportMotori.it!

Marco Lasala
Ultimi post di Marco Lasala (vedi tutto)

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Volkswagen Polo

Mini Countryman 150° Anniversario by Romeo Ferraris