in

Per Elias una gara difficile

Tempo di lettura: < 1 minuto

Montmeló, 5 Giugno: il quinto round della stagione sul tracciato Catalano si è svolto oggi in condizioni miste e temporali all’orizzonte che non hanno placato gli animi dei 81.838 tifosi Spagnoli. Il Gran Premio di Catalunya ha visto Stoner trionfare per la terza volta in sella alla sua RCV mentre il pilota locale Toni Elias ha dovuto fare i conti con un week end davvero difficile sulla pista di casa. Il pilota del Team LCR Honda si è qualificato in 14° posizione ieri dopo aver usato il telaio 2011 che sembra adattarsi meglio al suo stile di guida. Ma nonostante alcuni miglioramenti il 28enne di Manresa non è soddisfatto della sua performance (13°) e vuole assolutamente fare un cambiamento radicale alla sua Honda già dal GP di Silverstone in programma il prossimo week end.

Elias – 13°: “E’ stata una delle gare più difficili della mia carriera perché non siamo nemmeno riusciti ad eguagliare il tempo di ieri. Probabilmente abbiamo fatto un errore nella messa a punto perdendo aderenza sul davanti senza contare i problemi di trazione che ci hanno penalizzato per tutta la gara. Alla fine sono rientrato in zona punti ma è frustrante per me, per il Team e per i miei fan. C’è qualcosa che non va e dobbiamo fare un cambiamento radicale perché ci meritiamo tutti un piazzamento migliore. Stiamo lavorando sodo dai test invernali e continueremo a farlo”.

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Una gara deludente per Simoncelli

Podio per Lorenzo e Spies