in

Buone qualifiche per Lorenzo in Qatar

Tempo di lettura: 2 minuti

Nella sessione di qualifiche di questa sera in Qatar, Jorge Lorenzo ha ricordato a tutti di essere il Campione del Mondo MotoGP incarica. Mentre i piloti più veloci si attestavano intorno al tempo di1’54”, proprio a pochi minuti dalla fine il pilota maiorchino è riuscito ad ottenere uno strepitoso tempo di 1’54.947 che gli ha consentito di ottenere il terzo posto in prima fila.
Ben Spies, intanto, mandava chiari segnali ai propri rivali, attestandosi sul tempo di 1’55” e provando anche ad infastidire la posizione in classifica del compagno di squadra. Il suo miglior tempo di 1’55.095, a soli 0.148 secondi dalla prima fila, lo farà partire domani in quinta posizione, al centro della seconda fila.

Jorge Lorenzo
” Questa sera si sono registrati tempi impressionanti in pista. Siamo un po’ lontani dai piloti più veloci ma il nostro obiettivo è finire sul podio e domani lavorerò per questo. Il mio passo di gara è abbastanza buono e penso di riuscire a tenere il ritmo di 1’55″7 o1’55″8. Nel warm-up di domani affineremo l’assetto della moto e poi faremo del nostro meglio in gara”.

Ben Spies
“La quinta posizione non è male e, vista la traiettoria alla prima curva, forse è addirittura migliore del quarto posto. Chiaramente mi sarebbe piaciuto finire in prima fila, ma nel mio giro veloce non sono stato perfetto. Forse avrei potuto guadagnare un altro paio di decimi, ma comunque eravamo molto vicini al nostro limite. Non è così male, comunque: abbiamo un buon pacchetto per lottare per il podio, ho dato il massimo e quindi non è affatto un brutto inizio di stagione”.

Fonte MotoGP.com – http://www.motogp.com
Foto MotoGP.com – http://www.motogp.com

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Nelle qualifiche del Qatar, Elias è 16°

Super Sic a 41 millesimi da Lorenzo