in

Capirossi confida nelle potenzialità della sua Desmosedici

Tempo di lettura: < 1 minuto

Dopo la prima prova del 2011 il nuovo pilota Pramac Racing ha parlato del suo ritorno in Ducati nel 2011.
Dopo tre stagioni in sella alla Suzuki GSV-R, Loris Capirossi ha deciso di tornare in casa Ducati e ritrovare così una moto che ha guidato per cinque stagioni (dal 2003 al 2007), la Desmosedici del team Pramac Racing.
L’italiano, già protagonista di grandi cavalcate in sella alla rossa di Borgo Panigale, passerà ora alla versione bianco-verde per centrare una stagione importante, magari con il 100º podio.
“Mi piace molto la squadra e sono felice di lavorare con la Ducati ancora una volta,” ha detto Capirossi dopo i primi test malesi della stagione. “Devo cambiare un po’ il mio stile di guida perché ho guidato la Suzuki per tre anni, una moto completamente diversa”.
Con un test a Sepang (febbraio 22-24) e un’ultima prova in Qatar (13-14 Marzo) prima dell’inizio della stagione 2011, Capirossi si dice fiducioso riguardo l’adattamento alla moto prima della gara inaugurale a Losail.
“Il potenziale della GP11 è molto alto, è solo che in questo momento non lo sto usando a pieno regime. Ho tempo per migliorare il mio stile e lavorare, e credo che saremo pronti per la prima gara!”

Fonte MotoGP.com – http://www.motogp.com

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Pneumatici invernali

Bitubo equipaggerà il Team Yamaha ParkinGO