Menu

Stoner saluta la Ducati e guarda al futuro in Honda

L’australiano saluta e ringrazia con una gara delle sue terminata al secondo posto alle spalle del solo Lorenzo, oggi imprendibile. Tra poche ore il passaggio in HRC. L’australiano saluta e ringrazia con una gara delle sue terminata al secondo posto alle spalle del solo Lorenzo, oggi imprendibile. Tra poche ore il passaggio in HRC.
 Dopo 4 anni, un Campionato del Mondo conquistato (2007), 23 vittorie, 21 pole position e 42 podi, il team Ducati e Casey Stoner si sono congedati questo pomeriggio dopo aver celebrato insieme un’ultima grande cavalcata. Non è arrivata la vittoria, causa un Lorenzo insuperabile, ma il secondo posto nel Gran Premio de la Comunitat Valenciana è sicuramente una bella maniera per dirsi arrivederci… “Oggi avevamo una decisione da prendere sulla scelta delle gomme e alla fine abbiamo optato per la dura che, forse, non ci ha ripagato. È difficile da dire perché forse l’opzione più soffice alla fine non avrebbe funzionato e saremmo stati secondi lo stesso perché, al di là di tutto, oggi Jorge era il più veloce la fuori e non c’è stato niente da fare. In ogni caso è stato bello finire questa avventura con un podio”.
Stoner, che tra poche ore sarà ufficialmente un pilota HRC, ha poi ricordato qualche momento della sua storia rossa: ” Ci sono tanti bei ricordi di questi anni in Ducati, la mia prima vittoria in Qatar, nel 2007 e, sempre quell’anno, la gara di Barcellona, il titolo a Motegi e vittoria di Phillip Island. Un altro bel momento è stato il ritorno in Portogallo, l’anno scorso. Mi sono divertito in ogni vittoria con la Ducati, che ringrazio per questi anni insieme. Lascio diverse persone che mi mancheranno, Filippo, Vitto e altri, ma anche se saremo avversari in pista, non cambierà il rapporto personale. E grazie a tutti i tifosi Ducati che mi hanno sostenuto in questi anni”.

Fonte MotoGP.com – http://www.motogp.com

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter