Menu

Nuova Mercedes-Benz GLB 2020: stile e qualità premium!

Nuova Mercedes-Benz GLB e la piattaforma MFA2.

E’ la stessa usata dalle vetture della Classe A,  ma la Nuova Mercedes-Benz GLB 2020 aumenta le sue dimensioni segnando 4,63 mt in lunghezza, 1,83 mt in larghezza con una altezza di 1,65 mt.

Nuova Mercedes-Benz GLB si posiziona tra la GLA e la…

Con un passo di 2,83 mt offre una buona abitabilità per i  tre passeggeri posteriori e con una ulteriore possibilità di poter ospitare fino a sette passeggeri.

Mercedes-AMG GLB 35 AMG 4Matic

Si tratta di una seconda fila di sedili posteriori a scomparsa e sui quali si possono accomodare altri due passeggeri, a condizione però che la loro altezza non superi il metro e 70 cm.

La vettura è dotata di portellone EASY-PACK ad apertura elettrica, con una capienza standard di 560 litri che possono aumentare a 739 litri facendo scorrere in avanti il divano posteriore, oppure a 1755 litri abbattendolo del tutto.

La nuova Mercedes GLB ha linee squadrate con il frontale robusto  caratterizzato dall’ampia calandra con al centro il logo della stella a tre punte.

Il paraurti, anch’esso massiccio, ha nei lati i fari fendinebbia a LED, mentre nella parte inferiore  ha una protezione sotto scocca cromata, vago richiamo ad uno stile off-road.

Le fiancate hanno una linea lineare e semplice, senza alcun orpello per terminare in un posteriore  perpendicolare al suolo.

Nella parte posteriore è presente un piccolo spoiler, i gruppi ottici, a LED, sono sottili, mentre anche qui nella parte inferiore troviamo una protezione sottoscocca che  ingloba i due terminali di scarico.

Allestimento Premium per la nuova Mercedes-Benz GLB

Gli interni sono in puro stile Mercedes, con vasto utilizzo di materiale premium: il cruscotto, nella parte superiore è rivestito in ecopelle, così come le portiere ed il bracciolo centrale.

Sulla plancia sono presenti degli inserti in alluminio spazzolato  che si alternano  con superfici  “piano black”, formando una valida integrazione.

Sulla plancia domina un doppio display da 10,25” ,componente centrale del sistema MBUX , acronimo di Mercedes-Benz User Experience, ed infine l’ormai  famoso assistente vocale Voicetronic che  risponde con l’ormai più famosa frase “Hey Mercedes” per soddisfare le esigenze del guidatore. Disponibili, seppur in opzione , Android Auto, Apple CarPlay e ricarica wireless per smartphone.

Nuova Mercedes GLB è offerta anche a trazione integrale.

Al momento, sono disponibili a listino le sole motorizzazioni benzina o Diesel, con motori turbo a 4 cilindri.

Si parte con la GLB 200 Automatic, 1.3 turbobenzina da 163 CV e 250 Nm di coppia, con  cambio sette rapporti 7G-DCT, mentre tutte le altre sono dotate dell’8G-DCT a otto marce.

Il 2.0 turbo benzina è la versione top di gamma: GLB 250 4MATIC, con  224 CV e 350 Nm di coppia, con una velocità di  di 236 km/h ed una accelerazione da 0-100 in 6,9 secondi.

Tra le quattro versioni Diesel, il modello base è la GLB 180 d Automatic con 116 CV di potenza e 280 Nm di coppia,  seguito dalle GLB 200 d Automatic a trazione anteriore 4MATIC con 150 CV e una coppia di 320 Nm , per arrivare infine alla GLB 220 d Automatic 4MATIC, che raggiunge i 190 CV e i 400 Nm di coppia.

La nuova Mercedes GLB è disponibile in 5 allestimenti: ExecutiveBusiness , Sport , Premium e Sport Plus, con possibilità di scegliere fra una vasta possibilità di accessori per una migliore personalizzazione della vettura.

Sono offerti , inoltre, un modello speciale, l’Edition 1, in tiratura limitata e praticamente full optional, e quello sportivo 35 AMG, con motore 2.0 turbo benzina da 306 CV.

Come tutte le auto della Stella a tre punte, gli ADAS  di secondo livello sono presenti in dose massiccia includono sistemi quali:

  • frenata automatica d’emergenza
  • monitoraggio angolo cieco
  • Cruise Control adattivo con funzione di arresto e ripartenza automatici
  • mantenimento attivo di corsia.

E’ disponibile  anche il sistema antisbandamento, il quale, agesci sui freni  per correggere la traiettoria se si rischia di invadere l’altra corsia.

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter