Menu

Hispano Suiza Carmen Boulogne

Hispano Suiza Carmen Boulogne è l’evoluzione della hypercar elettrica Carmen.

E’ nello stesso tempo passato e futuro con un richiamo a modelli della Casa prodotti nel passato, questa l’essenza della Hispano Suiza Carmen Boulogne.

Hispano Suiza Carmen Boulogne

 Rispetto alla Carmen, ha dei tratti più marcati, con la calandra nera in cui sono evidenti i profili color rame, con gruppi ottici in linea con i tempi.

Il cofano motore presenta delle grandi prese d’aria ed i passaruota sono allargati per ospitare cerchi da 20” .

La monoscocca è stata realizzata in fibra di carbonio super rigida, così come l’intera carrozzeria al fine di consentire la riduzione di peso. Le sospensioni sono a doppio braccio oscillante.

 I  pannelli in fibra  di carbonio  a vista della carrozzeria  hanno un rivestimento trasparente lucido il tutto a vantaggio del look che appare più grintoso.

L’abitacolo è un perfetto connubio tra tradizione e tecnologia.

Il rivestimento dei sedili in fibra di carbonio, si mescola tranquillamente alla pelle e all’Alcantara, così come elementi in legno si mescolano all’alluminio.

Sulla plancia i comandi sono classici e risalta la presenza di un cronografo “old style”.

Moderno invece è il volante ed il display touch screen da 10,1” per gestire tutte le principali funzioni di bordo.

Hispano Suiza Carmen Boulogne dispone di un propulsore elettrico capace di sviluppare 1.100 cavalli (820 chilowatt) , con la capacità di raggiungere 100 km/h  in 2,6 secondi ed una velocità massima di 290 km/h.

Il propulsore è abbinato ad un pacco batterie agli ioni di litio da 80 kWh, capace di assicurare una autonomia di 400 km con la ricarica dal 30% all’80% che può avvenire in soli 30 minuti  con un carica batterie rapido.

La vettura verrà prodotta solo in cinque esemplari. Il prezzo? 1,65 milioni di euro.

Giuseppe Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter