in

Alimentazione ibride per la futura Renault Captur

 Renault Captur 2020

Renault continua a testare la seconda e futura generazione di Captur .

In Spagna, nella Sierra Nevada la Renault Captur 2020 continua a macinare chilometri, per una affidabilità da primato.

Avrà molti elementi estetici in comune con la rinnovata Clio, del resto il corso stilistico del marchio francese è oramai chiaro.

Sarà realizzata sulla nuova piattaforma CMF-B, esattamente come la piccola di casa, con diversi elementi innovativi.

Ci sarà anche una versione plug-in hybrid, con autonomia di 50 km, operazione doverosa anche per abbattere la media di CO2.

Per le nuove motorizzazioni, spazio al mille turbo benzina tre cilindri ed al milletre, mentre per le alimentazioni Diesel, ci sarà il collaudato 1,5 DCi.

Internamente, spazio al nuovo R-Link 2 da 9,3 pollici così come ad una serie di dispositivi tecnologici che aumenteranno la sicurezza in viaggio.

La guida assistita sulla rinnovata Renault Captur farà un ulteriore passo in avanti…

 

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Al via il campionato monomarca Mini Challenge 2019

Tempo di restyling per la Opel Astra