Menu

Ibrida e ricaricabile: pronta la Jeep Renegae PHEV

Jeep Renegae PHEV

Non chiamatela ibrida perché la Jeep Renegade PHEV sarà pura realtà nel corso del 2020.

PHEV è acronimo di Plug-in Hybrid Electric Vehicle, dunque la nuova Jeep Renegade PHEV sarà dotata di presa di ricarica esterna e non solo. 

Uscirà dalle linee di montaggio di Melfi, con i motori 3 cilindri Firefly , progettati e predisposti per accogliere unità elettriche e pacco batteria. 

Avrà le stesse identiche dimensioni della versione “normale” ma potrà contare su una congrua riserva di potenza e coppia e percorrere circa 50 chilometri in modalità totalmente elettrica. 

Saranno i propulsori Firefly a traghettare il SUV nel futuro, il 3 cilindri da 120 cavalli e 190 Nm di coppia massima sarà l’unità entry level che accoglierà l’elettrificazione. 

Il cambio sarà il conosciuto doppia frizione DCT del resto l’obiettivo è quello di minimizzare consumi e massimizzare la resa. 

La nuova Jeep Renegade Plug-in Hybrid avrà il compito di portare il gruppo FCA nel mondo dell’ibrido anche se tutto questo è vero se non in parte. 

Perché da tempo FCA rende disponibile sulla Chrysler Pacifica un’evoluta versione dotata del V6 da 3,6 litri abbinato a due unità elettriche ed a una trasmissione atuomatica EVT per un totale di oltre 260 cavalli. 

La monovolume si alimenta tramite colonnina o corrente elettrica e vanta un’autonomia totale di 910 chilometri mentre in modalità puramente elettrica 53 chilometri, con una media di consumo di 2,6 chilometri litro nella guida combinata. 

ReporTMotori TV

Newsletter