in

La SBK sosta ad Aragon

Tempo di lettura: 3 minuti

Chaz Davies - Ducati Panigale R - SBK 2015 - Phillip IslandIl circuito di Motorland sorge in una zona molto arida, nei pressi della città di Alcaniz, nella provincia di Teruel, e si tratta di un tracciato moderno, tecnico e spettacolare, che viene spesso citato dai piloti come uno dei loro preferiti.

Il circuito di Aragon è stato anche il palcoscenico della prima vittoria per la Ducati 1199 Panigale R nel 2015 in Gara2, e il vincitore Chaz Davies stava per conquistare la vittoria anche in Gara1, quando il nord-irlandese l’ha preceduto sul traguardo per soli 51 millesimi.

Quest’anno, la Panigale R arriva sulla pista spagnola da vincitrice. Mentre ci avviciniamo al terzo round della stagione 2016, la moto ha ottenuto finora cinque vittorie e la domanda è solo una: quando aumenterà questo numero. Con Davies che ha dimostrato finora un grande passo e il suo compagno di squadra Davide Giugliano libero da qualsiasi tipo di infortunio, Motorland potrebbe ospitare la prossima vittoria della Ducati e la prima di questo 2016.

Il pilota Kawasaki Jonathan Rea ha sicuramente un altro progetto. Dopo aver vinto entrambe le gare a Phillip Island e dopo aver diviso il bottino con il suo compagno di squadra in Tailandia, il campione in carica è in una forma fantastica. A Buriam è stato dimostrato che il suo compagno di squadra Tom Sykes è in grado di lottare con lui alla pari e batterlo, ma per riuscirci il pilota dello Yorkshire dovrà dimostrare di nuovo la propria determinazione come ha fatto nel 2013. Tenendo in considerazione che gli altri piloti in griglia sono impazienti ed in grado di cambiare il dominio Kawasaki come abbiamo visto in questa stagione, MotorLand potrebbe farci vivere un’altra fantastica battaglia.

Michael van der Mark ha iniziato Gara 2 in Tailandia con un record del 100% sui podi, in questo 2016, e anche se ha mancato il podio nella seconda manche, ha avuto una grande prestazione controllata e matura che l’ha portato a chiudere in quarta piazza. Con una Fireblade aggiornata e il talento del pilota Honda nel cercare il limite, c’è da aspettarsi che l’olandese farà il massimo per ottenere la prima vittoria, fino a quando non ci riuscirà.

Anche il suo compagno di squadra potrebbe rivelarsi un duro avversario. Con l’esperienza che sta maturando con la nuova moto e le nuove gomme, il Campione del Mondo MotoGP 2006 Nicky Hayden arriva al MotorLand come un principiante in WorldSBK ma è un veterano del circuito, dopo aver guidato lì con la MotoGP dal 2010: il primo anno che il circuito era entrato in calendario, l’americano aveva calcato il podio.

Un altro pilota nuova sulla griglia, ma che nonostante ciò ha una grande esperienza al MotorLand, è lo spagnolo Jordi Torres, pilota del Team Althea BMW. Dopo essere guarito dall’infortunio occorsogli nei test e dopo aver ottenuto buoni punti a Phillip Island e sul tracciato di Chang, il pilota locale, che conosce molto bene il MotorLand dai tempi del CEV e del Campionato Mondiale di Moto2, è sicuro di realizzare un altro grande spettacolo.

Da quando il WorldSBK è stato ad Aragon lo scorso anno, il tracciato è stato parecchio rimaneggiato. Resta da vedere chi ha giocato l’asso in Tailandia e chi ha la migliore mano per incastrarsi perfettamente nel puzzle che il 2016 ha in serbo per noi, con il MotorLand pronto a svelarci il suo pezzo del puzzle.

Fonte WSBK.com

Scritto da admin

Audi R8 World Performance Car 2016

Doppio premio Top Gear per Ferrari