in

La SBK debutta in Turchia

Tempo di lettura: 2 minuti

Tom SykesIl Campionato Mondiale eni FIM Superbike farà il suo debutto, questo fine settimana, all’Intercity Istanbul Park. Situato nella parte asiatica della più grande e popolosa città della Turchia, il tracciato ha una lunghezza di 5.340 m, con otto curve a sinistra, sei a destra e senso di percorrenza antiorario.

Il nuovo leader dopo il round tedesco, Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) è l’unico tra i primi cinque della classifica piloti a non aver mai corso in precedenza sul tracciato turco, e per questo motivo dovrà colmare il gap di conoscenza della pista durante il fine settimana di gare, cercando allo stesso tempo di trovare il miglior set-up per la propria ZX-10R.

Il principale rivale per il titolo del pilota britannico, Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team), secondo a solo un punto di distacco dalla vetta, dovrà fare del proprio meglio per non lasciar scappare l’avversario, nonostante la spalla ancora infortunata dopo la caduta in allenamento dello scorso mese di luglio.

Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet) è il pilota che attende con maggiore impazienza il ritorno sulla pista turca, che lo ha visto vincere in MotoGP in due occasioni (2005 e 2006). Nell’ultima di queste il ravennate fu autore di un’incredibile rimonta dalla quattordicesima casella dello schieramento di partenza. Due buoni risultati in Turchia permetterebbero a Melandri di ridurre il distacco in classifica da Sykes, che al momento è di 30 punti. Dopo il ritorno sul gradino più alto del podio in Germania, Chaz Davies, compagno di Melandri, punta a mantenere alto il proprio rendimento per concludere al meglio la sua seconda stagione nel Mondiale Superbike.

Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) la scorsa settimana ha effettuato un test privato di due giorni a Jerez, tracciato che ospiterà l’epilogo stagionale, per portare avanti lo sviluppo della RSV4 ufficiale. Dopo le emozioni contrastanti del fine settimana tedesco, Laverty è chiamato ad una performance di altissimo livello per mantenere vive le sue speranze di Titolo Mondiale, nonostante il ritardo di 40 punti dal leader.

Loris Baz (Kawasaki Racing Team) e Leon Camier (FIXI Crescent Suzuki) stanno facendo il possibile per poter disputare l’undicesimo round, nonostante lo stato di forma non ottimale, a seguito delle cadute nell’ultimo round, disputato al Nurburgring.

Leon Haslam avrà il compito di tenere alta la bandiera del Team Pata Honda, vista l’assenza del compagno di squadra Jonathan Rea, alle prese con il recupero fisico dopo la frattura del femore sinistro rimediata in gara 1 al Nurburgring. Carlos Checa ed Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) sono ancora alla ricerca di risultati importanti, che possano cambiare l’inerzia di una stagione fino ad ora difficile.

Fonte Worldsbk.com – http://www.worldsbk.com 

Scritto da admin

Nuova Honda Civic Type R

EQUIP AUTO 2013