Menu

Il Kawasaki Racing Team testa ad Aragon

Tom SykesIl Kawasaki Racing Team ha portato avanti lo sviluppo della Ninja ZX-10R versione WSBK nella due giorni di test del 13 e 14 giugno scorsi al MotorLand Aragon di Alcaniz. I piloti titolari Tom Sykes e Loris Baz hanno girato con costanza sotto il sole del circuito dell’Aragona, riuscendo a completare senza intoppi il programma di test.

Le temperature della pista hanno superato i 50°C in diverse occasioni, rendendo difficile il compito dei piloti a livello fisico. Nonostante il caldo torrido, Sykes ha completato più di 150 giri, girando spesso e volentieri sul minuto e 57 secondi, mentre Baz ha superato i 90 passaggi, molti di questi sotto il muro del 1’59. Il pilota francese ha deciso di concludere il test ad inizio del pomeriggio di venerdì, avendo svolto tutto il lavoro in anticipo rispetto alla tabella di marcia.

Qualche goccia di pioggia scesa nel pomeriggio della prima giornata non ha fermato l’ottimo lavoro di valutazione delle novità in termini di motore e di set-up, che hanno permesso ad entrambi i piloti di migliorare ulteriormente il già competitivo passo mostrato, in gara ad Aragon, a metà dello scorso mese di aprile.

Un primo banco di prova delle migliorie a livello tecnico sviluppate da KHI è rappresentato dal prossimo round del Campionato Mondiale eni FIM Superbike, in programma ad Imola il 30 giugno prossimo.

Tom Sykes: “Il test è andato molto bene ed ha seguito il consueto approccio di Kawasaki, fatto di un’ottima pianificazione dei test e di grande sensibilità e reattività rispetto alle mie indicazioni. Ho completato più di 90 giri soltanto nell’ultimo giorno e posso dirti con tutta sincerità che a fine giornata si sono sentiti. E’ stato un test molto positivo in vista della calda estate di gare, avendo girato con più di trenta gradi nell’aria e più di cinquanta sulla pista, ed i tempi sono stati comunque competitivi. Per me era importante tornare in sella dopo la caduta nel giro di allineamento a Portimao perché sono stato molto duro con me stesso, ci ho pensato e ripensato forse troppo ma ho capito che bisogna imparare dagli errori. Questo test non sarebbe potuto arrivare in un momento migliore, mi è stato di grande aiuto.”

Loris Baz: “Abbiamo fatto ulteriori passi avanti in questo test ed abbiamo completato il programma di lavoro in meno di due giorni, per questo motivo ho deciso di non scendere in pista nel pomeriggio di venerdì. Abbiamo passato in rassegna tutto il materiale a disposizione e tutte le soluzioni che la squadra ed il mio capo tecnico Pere Riba avevano in mente. Abbiamo lavorato principalmente sul feeling della moto in configurazione di gara e sono risultato decisamente più veloce che nel round ufficiale di due mesi fa.”

Fonte Worldsbk.com – http://www.worldsbk.com

ReporTMotori TV

Newsletter